menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sestri Ponente dice addio al Pronto Soccorso

Mercoledì 24 ottobre chiude il Pronto Soccorso dell'ospedale Padre Antero di Sestri Ponente. Da giovedì 25 sarà trasformato in punto di primo intervento aperto solo dalle 8 alle 20

Genova - Mercoledì 24 ottobre Sestri Ponente dirà addio al Pronto Soccorso. Dal giorno successivo sarà trasformato in punto di primo intervento, con i malati urgenti che non saranno più accolti al Padre Antero, semplicemente perché non ci saranno più medici o infermieri.

Mancano ancora i dettagli, ma la notizia è ufficiale e ovviamente ricca di polemiche. La Asl 3 ha presentato il piano al Gore, gruppo operativo per l'emergenza, disponendo la chiusura del Pronto Soccorso sestrese e di fatto scatenando l'ira dei comitati che rappresentano la salvezza degli ospedali di Sestri e Pontedecimo. Tanto che alla riunione in piazza De Ferrari tra l'assessore Montaldo e i comitati si è quasi sfiorata la rissa.

E così da giovedì 25 ottobre il Pronto Soccorso del Padre Antero non esisterà più, diventerà punto di primo intervento, aperto solo dalle 8 del mattino alle 8 di sera e con un organico nettamente ridotto. I medici in esubero saranno reintegrati negli altri ospedali genovesi al termine di una trattativa che si potrebbe risolvere nei prossimi giorni.

Si tratta dell'ennesima chiusura eccellente a Genova, con l'ospedale di Sestri che continua a perdere "pezzi", anche se la Asl 3 si difende promettendo al Padre Antero un reparto specialistico in oculistica e otorinolaringoiatria per le urgenze, di modo da togliere le code infinite dai Pronto Soccorsi di San Martino e Villa Scassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento