menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

G8: processo senza fine, è battaglia sui risarcimenti

Il processo sul G8 che nel 2001 devastò Genova approda in Cassazione. Tensione in aula in merito ai risarcimenti, con i difensori degli imputati che cercano di ridimensionarli

Genova – Una vera e propria battaglia in Cassazione. A più di dieci anni di distanza dal G8 che devastò Genova, alla quinta sezione penale della Corte di Cassazione l’udienza sulle violenze nella caserma di Bolzaneto si infiamma.

Lo scontro in aula è tutto sui risarcimenti. I difensori delle oltre 150 parti civili sottolineano la necessità di avere una sentenza definita “etica”, con un cospicuo risarcimento per i loro assistiti. Al contrario, l’avvocatura dello stato, chiede di annullare il verdetto della Corte di Appello di Genova del 5 maggio 2010, in merito all’aumento dei risarcimenti disposti in primo grado.

Anzi, c’è di più. Nell’udienza di mercoledì 8 maggio il pg della Cassazione , Giuseppe Volpe, aveva addirittura posto in dubbio i risarcimenti in favore delle parti civili che non avevano appellato la sentenza di primo grado. Qui la risposta degli avvocati difensori è stata chiara e ha confutato questa richiesta con due sentenze della Corte Suprema di orientamento contrario, aggiungendo che ad oggi non è ancora stato corrisposto un centesimo per nessuna delle vittime. Nervi tesi anche sulla cifra del risarcimento, il pg infatti chiede la cancellazione di un aumento, pari a un paio di milioni di euro su un totale di dieci milioni.

E lo scontro in Cassazione non finisce qui. Oggi, venerdì 10 maggio, si procederà infatti con le arringhe dei difensori di poliziotti, agenti penitenziari e medici, 44 in totale, 7 dei quali condannati per pene da uno a tre anni e due mesi (per gli altri è invece scattata la prescrizione). E’ bene notate che qualora la Cassazione confermasse la sentenza della Corte d’Appello, le condanne diventerebbero definitive e i responsabili rischierebbero ulteriori procedimenti disciplinari da parte dei ministeri di appartenenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento