menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processionaria, primi avvistamenti dell'anno: attenzione a cani e bambini

Con l'aumento delle temperature, le larve arrivano a maturazione e lasciano il nido. La foto qui sotto è stata scattata sulle alture di Marassi martedì 11 febbraio 2020

Martedì 11 febbraio 2020 è apparso un post sulla pagina Facebook Sei di Marassi se... relativo a un nido di processionaria che si è già aperto, con conseguente caduta degli insetti a terra. Quando è ancora in stadio larvale, la processionaria è ricoperta da una peluria urticante e "aguzza", in grado di penetrare nella cute.

Di recente a Recco si è svolto un intervento di disinfestazione per prevenire incidenti. Le dimensioni della cittadina favoriscono operazioni del genere, a Genova sarebbe molto più difficile.

Solitamente le prime processionarie vengono avvistate a marzo, quando il clima diventa più mite. Ma l'inverno anomalo che stiamo vivendo ha anticipato l'apertura dei nidi. A contribuire alla caduta a terra degli insetti solitamente è anche il vento, come nella giornata di oggi.

Il contatto con i peli che ricoprono la processionaria può anche causare la morte, in particolare quando questi peli entrano a contatto con gli occhi, il naso, la bocca, e quando penetrano nelle vie respiratorie e digestive. Per questo occorre prestare particolare attenzione a cani e bambini piccoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento