rotate-mobile
Cronaca

È di Genova il primo italiano indagato per arruolamento in Ucraina

Si tratta di un ragazzo di 19 anni, accusato di essere un mercenario arruolato nella Brigata internazionale ucraina: rischia una condanna da 2 a 7 anni

È genovese il primo italiano indagato per essere andato a combattere in Ucraina, con la resistenza.

Si tratta di un ragazzo di 19 anni, Kevin Chiappalone.

Per l'accusa - guidata dal sostituto procuratore Marco Zocco della Direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo - Chiappalone, simpatizzante di Casa Pound, è un mercenario arruolato nella Brigata internazionale ucraina. Rischia una condanna da due a sette anni.

Stando a quanto diffuso dall'agenzia Ansa, la Digos aveva iniziato a indagare dopo le dichiarazioni del ragazzo al settimanale "Panorama", in cui annunciava di voler partire per difendere l'Ucraina dopo aver sentito Putin parlare di "denazificazione del Paese".

Chiappalone su Instagram postava da tempo immagini in mimetica e imbracciando armi, documentando in questo modo le sue azioni. L'ultima immagine appena poche ore fa con l'emoji della bandiera ucraina e la scritta: "I nostri sogni e desideri cambiano il mondo". A inizio giugno, un'altra foto postata dall'Ucraina mentre abbraccia un cucciolo. "Come andiamo, Milza?" gli scrive un contatto. E lui risponde: "L'altro ieri ho perso un amico".

E poi i video di manifestazioni dell'estrema destra in Italia, foto che si mischiano con quelle di una normalità apparente - pubblicate appena pochi mesi fa - in giro con gli amici e da piccolo al mare.

kevin chiappalone instagram-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È di Genova il primo italiano indagato per arruolamento in Ucraina

GenovaToday è in caricamento