menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I giardini Luzzati visti dall'alto

I giardini Luzzati visti dall'alto

Alimenti mal conservati in via di Prè e spaccio ai Luzzati, due arresti

Due ragazzi di 19 e 23 anni sono stati arrestati dalla polizia per spaccio di droga nei pressi dei giardini Luzzati. Multati due negozi di alimentari in via di Prè, uno dei quali è stato chiuso

Ieri pomeriggio, personale del commissariato Pré ha coordinato un servizio straordinario di controllo del territorio, con l'impiego della pattuglia mista polizia-Esercito. Avvalendosi della collaborazione del personale della Asl3 Sezione Igiene e Sicurezza Alimentare, sono state eseguite verifiche in due gastronomie di via di Pré gestite da cittadini senegalesi, che sovente rappresentano un punto di riferimento per gli spacciatori della zona.

Uno dei due locali è stato chiuso con effetto immediato per la mancanza dei requisiti minimi igienico-sanitari, mentre nel secondo è stato sequestrato un frigorifero e gli alimenti in esso contenuti, per la mancata applicazione delle procedure di autocontrollo per la verifica della temperatura. Sono state comminate per entrambi sanzioni per un ammontare complessivo di cinquemila euro. Al termine del servizio sono state identificate 17 persone.

In serata, le volanti della questura e del commissariato Centro hanno svolto un servizio appiedato nella zona dei giardini Luzzati, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti segnalato dai residenti nei pressi del campo di calcio. Durante il pattugliamento gli agenti hanno sorpreso due giovani nell'atto di cedere a un acquirente un involucro di hashish, del peso di 2,25 grammi.

Nell'occasione sono stati sequestrati ulteriori 3 pezzi di hashish, del peso complessivo di 0,39 grammi, nonché la banconota da 10 euro utilizzata per l'acquisto della sostanza. I due pusher, un 23enne originario della Libia, irregolare in Italia e con precedenti per reati contro la persona, e un 19enne della Guinea Equatoriale, studente regolarmente soggiornante in Italia, già segnalato quale assuntore di stupefacenti, sono stati arrestati e saranno giudicati questa mattina con rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento