Cronaca Centro Storico / Via di Prè

Due rapine a inizio anno, incastrato dalle telecamere e arrestato

I fatti risalgono a gennaio e febbraio, il rapinatore è stato trovato a Brindisi

Dopo otto mesi di indagini i poliziotti del commissariato di Pre' hanno arrestato l'autore di due violente rapine avvenute tra gennaio e febbraio scorsi nel centro storico.

La prima risale al 28 gennario quando un 36enne genovese era stato aggredito con un coltello e derubato del cellulare, la seconda - sempre in via Pre' - ai primi di febbraio: due amici erano stati accerchiati da un pusher e la sua gang, dopo aver chiesto una dose di hashish, ed erano stati minacciati con un coccio di bottiglia per ottenere più soldi e avevano rimediato alla fine un telefonino. In entrambi i casi, le vittime avevano fermato nei vicoli una pattuglia chiedendo aiuto.

I poliziotti analizzando, all'epoca dei fatti, le registrazioni delle telecamere di video sorveglianza cittadine erano riusciti a catturare i volti dei criminali che sono stati poi riconosciuti dalle vittime

Dopo aver raccolto i gravi indizi di colpevolezza, gli agenti si sono messi alla ricerca dei due aggressori. Uno è stato trovato nel centro di permanenza per il rimpatrio di Brindisi, da dove sarebbe uscito nel giro di pochi giorni perché privo di documenti d'intentità, invece, è stato portato nel carcere di Brindisi. 

Sono ancora in corso le ricerche del complice della prima rapina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due rapine a inizio anno, incastrato dalle telecamere e arrestato

GenovaToday è in caricamento