Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Via di Prè

Espulso trovato a cucire abbigliamento falso

Avrebbe dovuto lasciare l'Italia invece è stato trovato a confezionare abbigliamento falso in un laboratorio di via di Prè. Il senegalese è stato denunciato dalla guardia di finanza

Un cittadino senegalese, già colpito da un provvedimento di espulsione a cui non aveva ottemperato, è stato trovato mentre stava apponendo l'ennesimo marchio contraffatto nel suo laboratorio nel centro storico cittadino. L'uomo è stato scoperto dai finanzieri del comando provinciale di Genova, che svolgono quotidianamente controlli nelle zone più delicate della città a salvaguardia non solo dell'ordine e della sicurezza pubblica, ma anche per prevenire e reprimere il fenomeno della contraffazione dei marchi, che costituisce un gravissimo danno all'economia locale e nazionale.

Durante il pattugliamento in via di Prè, una pattuglia delle Fiamme Gialle ha notato un locale all'interno del quale vi era un deposito di merce tutta apparentemente griffata. Le operazioni di controllo successive hanno consentito di sottoporre a sequestro una macchina da cucire, un telaio per ricamatrice, svariate etichette e accessori per abbigliamento per un totale di oltre mille pezzi, tutti palesemente contraffatti.

È emerso, inoltre, che il senegalese trovato sul posto non avesse ottemperato a un provvedimento di espulsione a suo carico. Il soggetto è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica di Genova per inottemperanza all'ordine di lasciare il territorio dello Stato, per contraffazione dei marchi e per ricettazione e tutta la merce sequestrata è stata posta a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulso trovato a cucire abbigliamento falso

GenovaToday è in caricamento