Cronaca

Pré, da Palazzo Reale 50 alloggi a canone agevolato

L'iniziativa è nata in collaborazione con il Comune: gli alloggi verranno assegnati attraverso l'Agenzia Sociale per la Casa, e gli affitti non supereranno i 200 euro al mese

Il Museo di Palazzo Reale e il Comune si uniscono per far fronte all’emergenza abitativa e riqualificare la zona di Pré: il progetto è stato presentato in mattinata dall’assessore comunale alle Politiche Sociali, Emanuela Fracassi, che ha spiegato che il Museo metterà a disposizione 50 alloggi a canone accessibile destinati a persone e famiglie con problematiche socio-abitative.

Gli affitti degli appartamenti non supereranno i 200 euro mensili, e l’assegnazione sarà affidata all’Agenzia Sociale per la Casa, che si occuperà di valutare le situazione in collaborazione con i Servizi Sociali. 

Requisito indispensabile per ottenere un alloggio, capacità economica sufficiente a pagare il canone di affitto, che non potrà comunque superare il 30% del reddito totale del nucleo famigliare. Gli assegnatari dovranno inoltre dimostrare il proprio interesse a inserirsi nel tessuto sociale del quartiere, collaborando con le associazioni presenti sul territorio e insediandosi con attività lavorative, di studio, di volontariato e culturale.

«In Italia manca una politica della locazione a canoni accessibili che raggiunga quell’ampia fascia di popolazione che non riesce a sostenere un canone di mercato. Una politica che potrebbe innanzitutto fondarsi sulla disponibilità degli enti pubblici proprietari di immobili - ha commentato l’assessore Fracassi - Oggi a Genova un primo passo è possibile grazie al lavoro tra Agenzia Sociale per la Casa comunale e Palazzo Reale. Con un valore aggiunto: canone accessibile in cambio di impegno per il quartiere».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pré, da Palazzo Reale 50 alloggi a canone agevolato

GenovaToday è in caricamento