menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pra', svaligiato lo shop solidale di Alemante. L'appello: «Ridateci il materiale»

Il negozio allestito al campo della Praese è stato preso di mira dai ladri: spariti gadget, t-shirt e felpe che avrebbero dovuto finanziare l'acquisto di macchinari per il Gaslini

Duro colpo per gli Alemante Friends, l’associazione no profit che si occupa di raccogliere fondi da donare in beneficenza: nella notte tra giovedì e venerdì il negozio allestito nel campo della Praese è stato preso di mira dai ladri, che hanno razziato dagli scaffali felpe, magliette, gadget e altra merce che, una volta venduta, avrebbe finanziato l’acquisto di tre apparecchiature per il Centro di Neurofisiologia del Gaslini.

«Ci appelliamo a quelli che ci conoscono e “sanno che…” e che potrebbero venire in contatto con quelli che “non sanno che…” - scrivono gli Alemante Friends, un gruppo di giovani che nel 2002 ha fondato l’associazione per tenere vivo il ricordo dell’amico Alessandro, morto a causa di una grave malattia - Per cortesia, fate loro presente che sarebbe cosa gradita ricevere indietro ciò che manca dai nostri scaffali, possono farci avere indietro il nostro materiale anche in via anonima, così come, anonimamente, sono entrati nello shop. E ci sembra inutile dirvi di non acquistare il merchandising degli Alemante da persone che non fanno parte dell’associazione perché in quel caso i vostri soldini non contribuirebbero a dare una mano ai medici del Gaslini».

Oltre al negozio, gli Alemante Friends sono anche gli organizzatori del coloratissimo festival di musica e cabaret che quest’anno è andato in scena il 29 giugno nella Fascia di Rispetto di Pra’. Un gruppo legatissimo e impegnatissimo sul territorio, dunque, che oltre a fare beneficenza firma eventi molto partecipati. Non è un caso, dunque, che il post con cui l’organizzazione ha denunciato l’accaduto sia diventato in poche ore virale, rimbalzano da una bacheca all’altra e totalizzando centinaia di condivisioni e commenti indignati e solidali.

«Non ci sono parole», è lo sconsolato commento che si ripete sui social, insieme con la promessa di non acquistare nulla firmato Alemante e di tenere gli occhi aperti per individuare eventuali responsabili del furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Begato, è iniziata la demolizione della diga

  • Coronavirus

    Chiavari, aperto il nuovo hub da 1.600 vaccini al giorno

  • Coronavirus

    Coronavirus, 202 nuovi casi e altri sette decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento