Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Poste, venerdì 4 novembre sciopero generale e corteo

Le organizzazioni sindacali vogliono fermare la privatizzazione e difendere il futuro dei lavoratori

Venerdì 4 novembre le segreterie nazionali dei sindacati Slp-Cisl, Slc-Cgil, Failp-Cisal, Confasal Com e Ugl-Com hanno indetto uno sciopero generale per l'intera giornata per protestare e fermare la privatizzazione delle Poste Italiane. Per quanto riguarda i lavoratori della Liguria il concentramento del corteo è alle ore 9.00 alla stazione Principe per raggiungere poi la Prefettura in largo Lanfranco.

Alle organizzazioni sindacali non è piaciuta la recente decisione del Consiglio dei Ministri di quotare in Borsa un ulteriore 29,7% e del conferimento a Cassa Depositi e Prestiti del rimanente 35% del capitale, con l’uscita definitiva del Ministero dell’Economia dall’azionariato di Poste Italiane, una scelta che cambia gli assetti societari e il controllo pubblico in Poste Italiane e che arriva dopo il primo collocamento azionario di oltre il 30% effettuato ad ottobre 2015.

«Una privatizzazione che ha il solo fine di fare cassa e recuperare qualche miliardo di euro - si legge nel comunicato delle sigle sindacali - per incidere in quantità insignificante sul debito pubblico, ma che non tiene in considerazione il ruolo sociale svolto da Poste Italiane sull’intero territorio. Già ora si assiste ai reiterati interventi di chiusura degli Uffici Postali nelle zone più disagiate e al recapito della corrispondenza a giorni alterni, scelta contestata recentemente dal Parlamento Europeo, compromettendo qualità del servizio offerto e la garanzia del servizio universale».

Le organizzazioni sindacali ritengono estremamente grave e antieconomica, l’intera operazione di dismissione da parte dello stato, in considerazione che dal 2002 ad oggi Poste Italiane ha sempre avuto bilanci positivi e ha versato consistenti dividendi al Ministero del Tesoro, azionista di riferimento. Tra le altre problematiche riscontrate il futuro svolgimento del servizio universale, l’unitarietà dell’Azienda e la sua tenuta occupazionale; il tutto secondo i sindacati senza un dibattito pubblico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste, venerdì 4 novembre sciopero generale e corteo

GenovaToday è in caricamento