Portofino piange il suo pino dopo la tempesta: «Almeno un milione di euro di danni»

Deturpato per sempre il panorama del famoso borgo dopo che il vento ha sradicato l'albero secolare che svettava da Castello Brown. Al via le operazioni di messa in sicurezza

Circa un milione di euro di danni, e un panorama unico deturpato per sempre: è questo il bilancio dei danni causati dalla tromba d’aria che si è scatenata sul Levante genovese, sul Golfo Paradiso e il Tigullio lo scorso venerdì, che ha devastato anche Portofino sradicando l’albero centenario che svettava da Castello Brown.

Diventato ormai un vero e proprio simbolo del pittoresco borgo, fotografato negli anni da milioni di turisti e non solo, il pino secolare non ha retto alla forza delle raffiche di vento, ed è crollato sulla provinciale 227, vicino alla chiesa, dove è stato poi rimosso dagli uomini del Comune. Che adesso tira le somme e programma gli interventi necessari per mettere in sicurezza e rendere nuovamente agibile il Castello: «Aspettiamo i preventivi ma abbiamo una fortissima intenzione di dare il via ai lavori il prima possibile, già per l'inizio di novembre - ha spiegato il sindaco di Portofino, Matteo Viacava - Cominceremo a smaltire i detriti e il pino abbattuto, procederemo poi con la rimessa in sicurezza del terrazzo e ripianteremo i tre alberi simbolo del Castello. Il primo passo è dare l'accessibilità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Portofino è stata uno dei Comuni più colpiti dalla tromba d’aria: pochi minuti di vento fortissimo misto a pioggia, un vero e proprio uragano che ha fatto volare tavoli e barche nella piazzetta e abbattuto decine di alberi, compreso appunto il pino di Castello Brown. La maggior parte sono stati rimossi, e l’emergenza sembra finita, ha sottolineato il sindaco, e ora si tratta di trovare i fondi per rimettere il borgo in sesto: «Stiamo preparando preventivi in base anche alle indicazioni della Regione, e credo che andremo a sfiorare il milione di euro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento