menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubavano auto per imbarcarle verso la Tunisia: a tradire la gang il finestrino rotto

La polizia Stradala ha individuato e arrestato i membri di una banda specializzata in furti che stavano tentando di portare in Algeria vetture nuovissime rubate in Francia

Sei auto, tutte marca Renault e tutte pronte per essere portate dalla Francia, dove erano state rubate, alla Tunisia, passando per il porto di Genova: questo il “bottino” di una banda di specializzata in furti che nei giorni scorsi è stata sgominata dalla Stradale.

A mettere sull’attenti gli agenti in borghese che pattugliavano il porto, l’avvistamento di una Captur e di una Scenic nuovissime, parcheggiata nelle vicinanze ed entrambe con il deflettore (il finestrino triangolare vicino allo specchietto) infranto. I poliziotti hanno quinti tenuto d’occhio la scena, notando poco dopo un uomo che si aggirava per il parcheggio reggendo una busta, al cui interno è stato poi recuperato un assortimento di targhe e documenti originali delle due auto e di atri veicoli tutti rubati in Francia tra settembre e ottobre e destinati al marcato algerino.

Dopo avere chiesto rinforzi, gli agenti sono riusciti a bloccare i primi due corrieri, a controllare i loro telefoni e a risalire ai complici, nascosti tra la folla ai gate, sui molti e nelle sale d’attesa e pronti a imbarcare le auto rubate: in totale sono 7 le persone finite in manette, 6 autisti e il "coordinatore", tutte di origini algerine e tutte tra i 30 e i 40 anni d’età, mentre le auto sequestrate sono state 6, la Captur, la Scenic e quattro Megane, tutte con i finestrini rotti e pronte per essere “equipaggiate” di targhe false e chiavi artigianali per superare il confine.

I membri della gang sono dunque stati portati nel carcere di Marassi e accusati di ricilaggio, mentre le auto verranno presto restituite ai legittimi proprietari d’Oltralpe. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento