menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Paga e ti controllo l’auto», parcheggiatore abusivo fermato al Porto Antico

L’uomo, 27 anni, si è avvicinato a un turista norvegese che era in compagnia della figlia chiedendo 10 euro per “tenere d’occhio” la macchina appena parcheggiata

Ha chiesto soldi a un turista straniero per «controllare che la macchina non venisse danneggiata», ma è stato individuato dalla polizia, che l’ha bloccato e multato.

Protagonista dell’ennesimo tentativo di ottenere denaro dai turisti nei parcheggi in zona Porto Antico, un 27enne originario del Senegal, che ha “puntato” un cittadino norvegese in vacanza a Genova con la figlia piccola.

Il 27enne è stato notato dai poliziotti del commissariato Centro nei pressi delle casse del parcheggio, proprio mentre stava ricevendo dal turista (che aveva già pagato regolarmente la sosta) una banconota da 10 euro. Ha provato a lasciarla cadere per sviare l’attenzione, ma gli agenti hanno proseguito con l’identificazione, restituendo poi il denaro al turista, che ha ammesso di avere pagato «per non avere problemi».

Il 27enne, in regola sul territorio nazionale, è stato un quindi sanzionato per l'esercizio abusivo di guardiamacchine (ex art. 7 comma 15 bis del nuovo Codice della Strada) ed è stato eseguito a suo carico l'ordine di allontanamento per 48 ore dall'area dei parcheggi della zona dell'acquario di Genova, provvedimento previsto dal primo Decreto Minniti per casi di ubriachezza o accattonaggio molesti. Nel caso in cui venisse scoperto di nuovo a fare questo tipo di attività, si potrà applicare il Daspo urbano, e cioè il definitivo allontanamento dalle zone “sensibili”, perché particolarmente turistiche, individuate anche dal regolamento comunale.

Una decina di giorni fa, gli agenti del Commissariato Centro hanno applicato lo stesso provvedimento per due cittadini gambiani sorpresi ubriachi sempre al Porto Antico. I poliziotti, in divisa, presidiano la zona 7 giorni su 7 tutto il giorno, alternandosi con i carabinieri, proprio per combattere fenomeni di questo tipo: la disposizione era stata adottata dall’ex questore Sergio Bracco dopo un confronto con il Comune, che proprio nel Porto Antico aveva individuato una zona critica, ed è stata confermata dal nuovo questore Vincenzo Ciarambino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento