Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Via Beata Chiara

Sorprese in casa, minacciate con una pistola e rapinate: paura a Pontedecimo

Vittime due anziane sorelle residenti in via Beata Chiara e la badante, anche lei presenti al momento dell'aggressione. E ora è caccia all'uomo

Ha fatto irruzione in un appartamento di via Beata Chiara, a Pontedecimo, armato di pistola, e l’ha puntata contro tre donne minacciandole di ucciderle se non gli avessero consegnato contanti e gioielli: attimi di grande paura lunedì pomeriggio nel ponente genovese, dove due anziane sorelle e la badante che le assiste sono state assalite alle spalle e poi rapinate da un uomo che si è poi dato alla fuga.

Tutto è successo intorno alle 17: stando alle testimonianze raccolte dagli agenti delle Volanti, intervenuti sul posto su segnalazione di alcuni passanti che hanno accolto la richiesta di aiuto di una delle donne rapinate uscita sul balcone terrorizzata, all’interno dell’appartamento c’erano una pensionata di 78 anni e la sorella di 86, costretta a letto e accudita insieme con la badante, una 53enne di origini ecuadoriane. 

L’aggressione sarebbe avvenuta proprio poco dopo l’arrivo della badante: la 78enne ha raccontato che poco dopo essere entrate nella stanza della sorella è stata sorpresa alle spalle da un uomo che ha scaraventato lei e la badante sul letto, tenendole sotto tiro con una pistola e costringendole a rivelare dove tenessero i soldi. Le due donne atterrite gli hanno quindi consegnato i contanti che avevano, circa 700 euro, e sono rimaste immobili mentre il rapinatore, descritto come “un uomo giovane, magro, che parlava italiano ma con accento sudamericano”, si dava alla fuga con il bottino.

La pensionata è quindi corsa sul balcone per chiamare aiuto verso la vicina via Poli, e pochi minuti dopo sul posto sono arrivate le Volanti della Questura insieme con il personale del 118, che ha prestato le prime cure alle donne, sotto choc ma illese. Nell’appartamento sono entrati anche gli agenti della Scientifica, che hanno effettuato i rilievi in cerca di eventuali indizi che possano ricondurre all’identità del rapinatore. 

Molti adesso gli interrogativi per gli investigatori, uno in primis: come ha fatto l’uomo a introdursi in casa e a sorprendere le donne? Stando alla testimonianza della 78enne, infatti, dopo avere aperto per accogliere la badante la porta è stata richiusa alla perfezione. Il sospetto è che l'uomo stesse tenendo d'occhio l'appartamento da un po' di tempo, complice anche il fatto che ieri era il giorno in cui la badante avrebbe dovuto ricevere lo stipendio, finito nelle mani del rapinatore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorprese in casa, minacciate con una pistola e rapinate: paura a Pontedecimo

GenovaToday è in caricamento