Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Via Percile

Tesserino con scritto 'aquedotto', smascherato truffatore

Con la scusa della sospetta presenza di mercurio nell'acqua, ha chiesto alla vittima di mettere tutti gli oggetti metallici nel frigo, per evitare che si danneggiassero

Tentata truffa martedì 16 marzo 2021 a Genova. In mattinata un giovane, all'apparenza di circa trent'anni, si è presentato presso un palazzo di via Percile a Pontedecimo, e, dopo aver citofonato, ha detto di essere un addetto dell'acquedotto. Al ché gli è stato aperto.

Una volta all'interno dell'appartamento, ha chiesto di controllare l'impianto per la sospetta presenza di mercurio nell'acqua. Dopo aver confermato il guasto, ha comunicato con un complice tramite un walkie-talkie, fingendo di chiedere istruzioni, che prontamente gli sono state fornite.

A quel punto ha invitato la persona che lo aveva accolto a raccogliere tutti gli oggetti metallici e metterli nel frigo per evitare che si danneggiassero a causa del mercurio, che usciva dal rubinetto. La richiesta ha insospettito la vittima, che ha chiesto al giovane di esibire un tesserino.

Il truffatore ha ottemperato alla richiesta, ma così non ha fatto altro che confermare i sospetti. Sul tesserino infatti si leggeva 'aquedotto', senza 'c', e la scritta era ricavata tramite lettere ritagliate da un giornale. Dopo aver smascherato il truffatore, la donna gli ha chiesto di andarsene. Il giovane si è così avviato verso l'uscio, dicendo che sarebbe tornato con la polizia locale.

Sul posto è intervenuta la polizia di Stato, che ha avviato indagini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tesserino con scritto 'aquedotto', smascherato truffatore

GenovaToday è in caricamento