Federico, l'angelo della focaccia di Ponte Morandi

Nei giorni successivi al crollo ha deciso di rinunciare alle proprie ferie per passare il tempo a consegnare a tutti i soccorritori strisce di focaccia, offerte da alcuni fornai genovesi a cui lui stesso è andato a chiedere aiuto

«Da piccoli e straordinari gesti si capisce la grandezza di un popolo». Si apre così il post scritto dal presidente della Regione Giovanni Toti sulla propria pagina Facebook dedicato a Federico Steri, dipendente 51enne (li compirà il prossimo 2 settembre) dell'Asl che nei giorni successivi al crollo di Ponte Morandi ha deciso di rinunciare alle proprie ferie per passare il tempo a consegnare a tutti i soccorritori strisce di focaccia, offerte da alcuni fornai genovesi a cui lui stesso è andato a chiedere aiuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da Recco fino a Genova i panettieri hanno risposto in massa alle sue richieste e complessivamente sono stati 130 i chili di focaccia offerta ai soccorritori nella settimana successiva al crollo. «Questo è il cuore dei genovesi, questo è il cuore di Genova» ha concluso il presidente Toti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • Coronavirus, 51 morti in un giorno. I casi positivi sono 2.329

  • Coronavirus, l'intuizione al Villa Scassi: apparecchiature da sub per testare l'efficacia dei ventilatori

  • Coronavirus: i casi positivi sono 2.758, oltre 1.300 i ricoverati

  • Coronavirus: oltre 2.400 casi in Liguria, aumentano i guariti

Torna su
GenovaToday è in caricamento