Elicoidale del Morandi, il Mit impone: «Lavori strutturali, o non riapre»

Il sopralluogo del commissario Placido Migliorino termina con un diktat: la rampa che collegava A10 ad A7 ai tempi del vecchio ponte va ristrutturata e ammodernata. Autostrade assicura: rispetteremo i tempi

Il commissario del Ministero dei Traporti, Placido Migliorini, torna in Liguria per nuove verifiche nelle gallerie autostradali. E dopo avere imposto una serie di limitazioni sui viadotti della stessa autostrada, interviene anche sullo stato dell’elicoidale del Campasso, la rampa che collegava la A10 e la A7 ai tempi del ponte Morandi. Rampa che non può riaprire, a meno che non venga adeguatamente ammodernata e che non vengano portati a termine una serie di interventi strutturali. 

Il commissario del Mit è stato chiaro: l’elicoidale, progettata da Morandi insieme con il ponte stesso, presenta difetti dovuti a "carenze manutentive" accumulate negli anni, e necessita di interventi fondalmentali per poter funzionare in tutta sicurezza con il nuovo ponte in costruzione.

Interventi di competenza di Autostrade, e non della struttura commissariale, visto che la rampa - che una volta in funzione il nuovo viadotto dovrà sostenere, se possibile, ancora più traffico del ponte stesso, vista la sua funzione di raccordo tra A10, A7 e A12 - che ancora non è chiaro quando verranno eseguiti, quanto tempo richiederanno e se andranno a influire sulla consegna del nuovo ponte.

Aspi, su questo, è stata apparentemente categorica: gli interventi sull’elicoidale erano già stati avviati “da diversi mesi, una specifica iniziativa finalizzata ad analizzare e risolvere tutte le esigenze manutentive o di adeguamento alle vigenti normative prima della prevista apertura al traffico del nuovo ponte sulla Valpolcevera”.

Della condizione dell’elicoidale, insomma, Autostrade si dice consapevole, e rassicura sul fatto che i lavori verranno ultimati entro la fine di quelli per il nuovo ponte: «Il successivo incontro (con il commissario del Mit, ndr) con l'analisi della documentazione progettuale già disponibile - spiega Aspi - permetterà di confermare l'ultimazione di tutte le attività con anticipo rispetto alle tempistiche previste per l'apertura al traffico del nuovo ponte, pur con alcune integrazioni e miglioramenti dei progetti in fase di ultimazione che saranno prontamente recepite».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • La 'movida' violenta di Priaruggia, residente aggredito da ragazzini ubriachi

  • Sampierdarena, ubriachi devastano un locale e minacciano di morte il proprietario

Torna su
GenovaToday è in caricamento