menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Questura: il dirigente Marco Calì saluta la Mobile, al suo posto il detective del caso Cucchi

Originario di Napoli, prima di Genova ha lavorato a Padova, Trieste e Vicenza. Promosso, andrà a dirigere la Mobile di Milano, al suo posto il romano Stefano Signoretti

Dopo due anni e mezzo a capo della Squadra Mobile di Genova, il dirigente Marco Calì lascia la questura del capoluogo ligure direzione Milano, dove andrà a ricoprire lo stesso ruolo prendendo il posto di Lorenzo Bucossi, trasferito a Washington.

Al posto di Calì, nei prossimi giorni, arriverà Stefano Signoretti: originario di Roma, oggi a capo della Mobile di Venezia, nella Capitale aveva aperto l’inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi.

La notizia del trasferimento di Calì, pur attesa da qualche tempo, è arrivata improvvisa sia per lui sia per i tanti colleghi che si sono visti costretti a salutarlo nel giro di 48 ore. Sotto la sua dirigenza, la Mobile di Genova ha messo a segno una serie di duri colpi al traffico e allo spaccio di droga - si va dal sequestro dei 270 kg di eroina, il più importante degli ultimi 20 anni, alle operazioni “Labirinto” in centro storico, che hanno portato all’arresto di numerosi pusher - e risolto una serie di casi molto complessi. 

Primo tra tutti, l’omicidio di Orazio Pino, ex collaboratore di giustizia ucciso con un colpo di pistola in un parcheggio di Chiavari, e ancora il delitto di Antonio Oliveri, artigiano ucciso nel suo palazzo di Sestri Levante dal nuovo compagno dell’ex moglie: entrambi sono oggi in carcere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento