Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

La Polizia locale di Genova valuta (prima in Italia) il Bolawrap: cos'è questo nuovo strumento in grado di immobilizzare persone

Un nuovo strumento non-lethal in grado di immobilizzare (senza provocare danni fisici) malviventi o persone pericolose per sé stesse e gli altri

Frame da uno dei video dell'azienda che produce Bolawrap

La Polizia locale di Genova è il primo comando in Italia a valutare l'utilizzo del Bolawrap, un nuovo strumento non-lethal in grado di immobilizzare (senza provocare danni fisici) malviventi o persone pericolose per sé stesse e gli altri.

Ulteriori dettagli verranno svelati in una conferenza stampa lunedì a Tursi, con la partecipazione degli assessori alla Sicurezza del Comune Giorgio Viale e della Regione Andrea Benveduti, e del comandante della Polizia locale di Genova Gianluca Giurato.

Ma cos'è il Bolawrap? Si tratta di un dispositivo di contenimento “da remoto”, consistente in una corda in kevlar (una fibra sintetica molto resistente) che viene proiettata verso il soggetto con l’effetto di arrotolarvisi e, di fatto, ottenere una legatura efficace. Una sorta di "ragnatela" alla Spiderman. Il dispositivo dovrebbe superare anche le controversie legate al Taser - sollevate anche da Amnesty International - considerato pericoloso per persone con determinati problemi di salute e, in alcuni suoi modelli, considerato equiparabile a uno strumento di tortura dalle Nazioni Unite.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polizia locale di Genova valuta (prima in Italia) il Bolawrap: cos'è questo nuovo strumento in grado di immobilizzare persone

GenovaToday è in caricamento