menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minori scomparsi, aggressioni e rapine: il bilancio di fine anno della Polfer

Quello appena trascorso è stato un anno intenso per la Polizia Ferroviaria ligure, con 11.882 servizi di vigilanza nelle stazioni, 3.986 scorte ai treni e 30.261 persone identificate

Quello appena trascorso è stato un anno intenso per la Polizia Ferroviaria ligure che ha affrontato le molte criticità con innumerevoli attività preventive e repressive. Con l'obiettivo prioritario della sicurezza dei viaggiatori, sono stati effettuati 11.882 servizi di vigilanza nelle stazioni, 3.986 scorte ai treni e 30.261 persone sono state identificate.

L'emergenza aggressioni al personale del Gruppo FS è stata affrontata e risolta con l'individuazione di numerosi responsabili: 21 sono stati denunciati alle Autorità Giudiziarie competenti per territorio.

Particolarmente estesa la tutela delle fasce deboli. Infatti all'interno delle stazioni ferroviarie e/o sui treni vengono spesso ritrovate persone scomparse, in larga misura minori, ma anche soggetti affetti da varie patologie che comportano la perdita di orientamento. In tutte le circostanze la Polizia Ferroviaria ha rassicurato le persone con professionalità e sensibilità, le ha tante volte rifocillate e consegnate a genitori, parenti o strutture deputate alla loro assistenza.

In cifre: sono state ritrovate 53 persone scomparse di cui 46 minori, mentre 13 sono stati i deferimenti all'autorità giudiziaria per reati a sfondo sessuale. Ulteriore impegno è stato posto alla microcriminalità predatoria impedendole di radicarsi in ambito ferroviario. In tal senso sono significativi sette arresti e quattro denunce, eseguiti nei confronti di una banda giovanile per aver compiuto una grave rapina.

La sicurezza dei viaggiatori è stata poi rafforzata con 871 servizi antiborseggio, che hanno portato a cinque arresti e 32 denunce in stato di libertà.

Anche per i predoni dell'”oro rosso” è stato un anno gramo: i furti di rame sono diminuiti e l'attento lavoro di ricostruzione delle filiere criminali ha permesso di individuare e arrestare numerosi componenti di sodalizi criminosi dediti a tale attività. In cifre 7 persone  sono state arrestate, 14 sono state denunciate a piede libero mentre sono stati recuperati 3.779 chili di rame, restituito alle FS.

L'attività di prevenzione consta di numerosi controlli: 106 visite ispettive a gestori ambientali, 20 controlli su strada e 135 servizi mirati lungo le linee ferroviarie. L'attività repressiva ha registrato complessivamente 59 arresti e 359 persone deferite all'autorità giudiziaria in stato di libertà. In presenza dei presupposti normativamente richiesti, sono state richieste e ottenute 9 misure di prevenzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento