menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polcevera: nuovo sversamento nella zona di San Quirico

Fortunatamente si tratta di una fuoriuscita molto meno grave di quella, avvenuta il 17 aprile, come ha confermato l'assessore comunale alla Protezione civile, Gianni Crivello

Nuovo allarme sul torrente Polcevera per un altro sversamento, avvenuto in zona San Quirico intorno alle 19 all'altezza del ponte Tullio Barbieri. Della sostanza infiammabile, fuoriuscita forse da un'autocisterna, si è riversata nel corso d'acqua.

Fortunatamente si tratta di uno sversamento molto meno grave di quello avvenuto il 17 aprile, come ha confermato l'assessore comunale alla Protezione civile, Gianni Crivello, prontamente intervenuto sul posto insieme a vigili del fuoco, Protezione civile e personale dell'Arpal.

Per circoscrivere la fuoriuscita di idrocarburi sono state poste delle panne a valle e sopra è stato gettato del materiale schiumogeno per attutire gli odori e scongiurare eventuali rischi di infiammazione. A mezzanotte le operazioni erano ancora in corso.

GUARDA IL VIDEO

Decine le segnalazioni al centralino dei vigili del fuoco per il forte odore di benzina che si avverte in zona. Accertamenti sono in corso per chiarire di che sostanza si tratta, come e da dove è avvenuta la sua fuoriuscita. Al momento non si registrano intossicati.

Attualmente - comunica Arpal - non si registra ulteriore apporto degli inquinanti che hanno determinato l'intervento in emergenza, a due sole settimane dall'incidente all'oleodotto, verificatosi a pochi chilometri di distanza.

Nonostante lo sversamento appaia molto più contenuto di quello del 17 aprile, a San Quirico sono subito intervenute le istituzioni: tra gli altri, il Presidente della Regione Giovanni Toti, il sindaco di Genova Marco Doria e nuovamente il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti.

In mattinata, la viabilità su ponte Barbieri è stata ridotta in un solo senso di marcia (verso levante) per consentire le operazioni di bonifica con mezzi di spurgo, panne assorbenti e schiumogeni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento