menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Petrolio nel Polcevera, aspirati 1.800 metri cubi di acqua e sostanze oleose

La società incaricata da Iplom ha installato un sistema di barriere a mare. Vento e pioggia, attesa nelle prossime ore, dovrebbero favorire la dispersione degli inquinanti

Ieri alle 16 si è riunito in prefettura il tavolo tecnico per la verifica degli interventi di emergenza per lo sversamento di greggio sul rio Fegino e il torrente Polcevera.

Dalla riunione è emerso che i lavori di recupero del greggio stanno procedendo secondo la tempistica programmata, che prevede la raccolta del 90% di prodotto libero accumulato nei corsi d'acqua, entro la giornata di oggi.

Sono stati finora aspirati circa 1.800 metri cubi di acqua e materiale oleoso. Sono state realizzate dighe sifonate sul corso del torrente Polcevera e sui rivi minori per fermare il flusso di idrocarburi e far defluire la parte acquosa.

La società incaricata da Iplom ha installato un sistema di barriere a mare, lavori terminati entro questa mattina alle 6. Questa mattina il gruppo di lavoro ha programmato un sopralluogo congiunto dei tecnici appartenenti agli enti e organismi, presenti al tavolo.

Da ieri a Fegino è attivo un presidio della Asl 3 con un medico e un assistente sanitario dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 per fornire informazioni di natura sanitaria inerenti allo sversamento di idrocarburi nel rio Fegino-torrente Polcevera. Finora si è registrato qualche caso di arrossamento e irritazione degli occhi e delle prime vie respiratorie, a volte cefalea, ma nessun ricovero e nessun accesso al pronto soccorso.

Il mutamento atteso nelle condizioni atmosferiche per le prossime ore è allarmante per la maggiore quantità di greggio che può essere trasportata verso il mare, ma per gli effetti immediati sulla popolazione è invece positivo: gli inquinanti in atmosfera vengono dispersi dal vento e dalla pioggia. La situazione è in effetti migliorata già nelle ultime ore grazie al vento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento