Piogge intense e alluvioni: ecco come comportarsi

Con l'arrivo dell'autunno arrivano le piogge. È bene ricordare come comportarsi in caso di allerta meteo. Ecco come funziona il sistema di allerta e quali sono le norme di autoprotezione da mettere in atto in caso di alluvione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Iniziano le piogge, l'autunno è arrivato ed è difficile non pensare alle alluvioni che negli ultimi anni hanno colpito la Liguria. Le cose da fare per ridurre i rischi sono molte e spettano alle istituzioni; per i cittadini la cosa più importante è essere preparati e ricordare le norme di comportamento da seguire.

La prima cosa da tenere presente in caso di maltempo è che in Liguria soltanto la Regione può emettere ufficialmente i livelli di allerta.

«Gli enti preposti alla diramazione di bollettini di protezione civile e ai messaggi di allerta – spiega l’assessore regionale alla Protezione Civile Renata Briano – seguono un iter rigoroso. In Liguria il compito di diramare messaggi di allerta spetta alla Protezione Civile della Regione, in base ai dati meteo idrogeologici forniti dal Centro Funzionale Arpal».

Il meccanismo di previsione e di allerta è frutto di un lavoro ormai quasi ventennale e si basa su modelli e strumenti all’avanguardia e su procedure condivise a livello nazionale: è contraddistinto da diverse fasi, poiché l’attendibilità delle previsioni e la capacità di localizzare e di quantificare i fenomeni cresce solo con l’avvicinarsi dell’evento. Per questo motivo si attiva generalmente una fase di “preallerta” due/tre giorni prima e di allerta uno/due giorni prima, mentre in corso di evento dati e previsioni vengono aggiornate a scadenze definite.

Quando si parla di rischio idrogeologico vero e proprio ci sono quattro livelli da considerare. Dal più grave al meno grave sono: allerta 2, allerta 1, avviso per temporali, attenzione per temporali. In fase di allerta la Regione emette messaggi di allerta e aggiornamento sulle condizioni meteo idrologiche avverse previste o in atto, che hanno come conseguenza prescrizioni obbligatorie per gli enti locali e per i cittadini.

I messaggi di allerta contengono data e ora di emissione, il periodo di validità e una tabella che riporta per ciascuna area di allertamento e categoria comunale il corrispondente livello di allerta. Nelle parti testuali si trovano: un quadro sintetico della situazione meteorologica prevista e dei conseguenti effetti al suolo, eventuali ulteriori avvisi riguardanti fenomeni meteorologici che possono aggravare la situazione e costituire pericolo, la valutazione di pericolo frane e smottamenti. Quando l'emergenza finisce viene emanato il messaggio di cessato allerta.

Le norme di auto protezione che si possono scaricare in questa pagina indicano i comportamenti corretti da tenere in caso di pericolo. A questo proposito è bene fare riferimento al sito del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

norme_autoprotezione-2

Allegati

Torna su
GenovaToday è in caricamento