Cronaca

Influenza, il picco deve ancora arrivare

In ritardo rispetto alle previsioni, che non tenevano conto delle temperature elevate registrate, l'influenza deve ancora colpire in maniera più decisa la nostra regione

Ieri mattina presso l'ospedale San Martino si è tenuta una conferenza stampa per, fra le altre cose, un aggiornamento sulla gestione territoriale dei casi di meningite e sulla relativa attività vaccinale dopo i tre decessi avvenuti a Genova nell'arco di 40 giorni e sull'andamento dell'epidemia influenzale.

Sono intervenuti l'assessore alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale, il direttore generale del San Martino Giovanni Ucci, il responsabile del Dipartimento Interaziendale delle Emergenze Angelo Gratarola, il direttore dell'Unità Operativa di Igiene Giancarlo Icardi, il direttore della Clinica di Malattie Infettive Matteo Bassetti e il direttore della Radioterapia Oncologica Renzo Corvò.

Secondo quanto ha riferito dal direttore Icardi, il picco influenzale in Liguria arriverà tra 15-20 giorni, in ritardo secondo le previsioni che non tenevano conto delle temperature più alte rispetto alla media stagionale. «Abbiamo osservato - ha detto Icardi - solo qualche caso di influenza però quando andiamo a cercare l'agente patogeno, spesso troviamo i cosiddetti batteri di stagione, ma non il virus influenzale se non sporadicamente».

Nel frattempo al pronto soccorso dell'ospedale San Martino resta aperto un ambulatorio per i codici bianchi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Influenza, il picco deve ancora arrivare

GenovaToday è in caricamento