rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Centro / Via Ceba

Piccapietra "invasa" da topi e cattivo odore, proteste dei residenti

I numerosi cassonetti posizionati in via dei Cebà, dove spesso vengono gettati rifiuti organici, hanno contribuito alla nascita di una vera e propria "colonia". E il calore non aiuta

Mucchi di rifiuti lasciati fuori dai cassonetti, un odore pestilenziale e una colonia di topi che scorrazza liberamente a ogni ora del giorno e della notte: residenti e commercianti di Piccapietra sono ormai esasperati dalla situazione in cui versa via dei Cebà, la stretta strada che corre dietro una delle piazze più frequentate del centro (recentemente riqualificata), in cui sono posizionati una ventina di bidoni della spazzatura sempre stracolmi, in molti casi di resti di cibo provenienti da bar e ristoranti.

Proprio i rifiuti organici sono quelli che hanno contribuito ad alimentare la presenza ormai fissa dei topi: attirati dal cibo, il loro numero aumenta di giorno in giorno e sono molti i motociclisti che preferiscono posteggiare lo scooter a distanza di sicurezza dai bidoni, timorosi di ritrovarsi con un roditore tra i piedi coperti soltanto da un sandalo.

Invasione di topi in Piccapietra | Foto

«Stavamo tornando verso gli scooter dopo una serata trascorsa fuori, e un topo piuttosto grosso ci ha tagliato la strada - confermano due amiche - Abbiamo dato un’occhiata e abbiamo visto che intorno ai bidoni ce n’erano molti altri, alcuni sul marciapiede che si cibavano dei rifiuti abbandonati o caduti fuori dai cassonetti».

Pessimo biglietto da visita per il centro città, anche dal punto di vista “olfattivo”: con il caldo il tanfo che si solleva dai cassonetti è sempre più persistente, e si allarga anche a Galleria Mazzini, “salotto buono” del centro. Un problema, quello dei topi, segnalato in diverse zone della città, e legato principalmente al servizio di raccolta rifiuti.

Lo scorso novembre l'argomento era stato affrontato anche in consiglio comunale, con l'assessore all'Ambiente e ai Rifiuti, Matteo Campora, che aveva citato le precise norme da rispettare per effettuare una derattizzazione: «Le derattizzazioni in zona vengono già fatte - ha confermato a Genova Today - Ne programmeremo una straordinaria, ricordiamo però che non si possono utilizzare più le esche libere. Il problema deriva comunque da un generale modo scorretto di gettare l'organico: invieremo degli ispettori Amiu per controllare che chi utilizza i bidoni lo faccia nella maniera idonea, senza abbandonare rifiuti per strada»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piccapietra "invasa" da topi e cattivo odore, proteste dei residenti

GenovaToday è in caricamento