menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi Piaggio Aero, Rixi: «Stop alla cassa integrazione o tagliamo i fondi»

Nel giorno in cui i lavoratori hanno sfilato in corteo sino a Tursi incontrando l'assessore Piazza, il collega in Regione alza la voce e minaccia provvedimenti nei confronti dell'azienda

Mattinata di protesta per i lavoratori Fiom della Piaggio Aerospace, che dopo la notizia della cessione delle aree genovesei dell'azienda all'Autorità Portuale e la conferma della cassa integrazione per atri 200 dipendenti oltre ai 145 già coinvolti, si sono dati appuntamento davanti alla sede della Regione per un corteo che è proseguito sino a Tursi.

Proprio davanti alla sede del Comune, i lavoratori hanno dato vita a un presidio, mentre una ristretta delegazione è stata ricevuta dall'assessore comunale allo Sviluppo economico, Emanuele Piazza, che ha confermato tutto l'appoggio dell'amministrazione e della città per risolvere al più presto la vertenza. Tra le richieste avanzate dalla Fiom, la presenza del Comune all'incontro organizzato al ministero dello Sviluppo il prossimo 9 marzo e l'apertura di un tavolo di confronto con l'azienda per affrontare la questione della cessione delle aree portuali e della cassa integrazione: «Mettere 200 lavoratori in  cassa è un'iniziativa incomprensibile - avevano dichiarato sapere i sindacati - contrasta con i carichi di lavoro 2016 prospettati verbalmente e inciderà in negativo sulla consegna dei prodotti, aggravando ulteriormente la situazione generica, con pesanti ricadute anche sullo sviluppo dei nuovi programmi».

Supporto è arrivato anche dalla Regione, con l'assessore regionale allo Sviluppo economico, Edoardo Rixi, che davanti a una delegazione di lavoratori ha annunciato l'intenzione di inviare una lettera all'azienda per chiedere il congelamento della cassa integrazione a costo di bloccare i fondi destinati a Piaggio per la ricerca.

Ieri pomeriggio, protesta particolarmente tesa anche a Villanova d'Albenga (in provincia di Savona), dove si trova un altro stabilimento dell'azienda: «Vogliamo un incontro con il governo», avevano detto dalla Fiom dopo un incontro all’Unione Industriali di Savona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento