Smontava motocicli e rivendeva i pezzi nascondendoli a casa della madre: denunciato 35enne

L’uomo custodiva scooter e moto in due locali dove venivano smontati in più parti che venivano poi vendute separatamente. Caschi, motori e telai erano custoditi in casa sua e in quella di famiglia

Motori, telai e altre parti meccaniche, ma anche caschi e accessori, risultati tutti rubati: proprio grazie al ritrovamento di uno di queste componenti, la polizia Locale è riuscita a risalire alla “base” di un 35enne specializzato nello smontare moto e scooter rubati per rivenderne i pezzi.

L’indagine è partita da un sovrintendente capo del reparto Giudiziaria della Locale nel dicembre scorse, che all’aiuto tecnologico - gps, in primis, e tracciamento del cellulare - ha abbinato anche il classico pedinamento. Il sovrintendente è quindi riuscito a risalire al garage in cui i mezzi rubati venivano custoditi per essere poi smontati per la successiva vendita successiva dei pezzi.

La perquisizione del locale e di un altro magazzino, autorizzata dalla Procura, e quelle effettuate nella casa dell'uomo e della madre hanno permesso di ritrovare parti di motocicli smontati,  telai, caschi e altri oggetti  di provenienza illecita, oltre a una serie "professionale" di oltre 30 spadini e materiale di cantiere il cui valore commerciale è sicuramente superiore ai 5.000 euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli oggetti rubati ritrovati sono stati già restituiti ai legittimi proprietari, e il 35enne è stato denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento