menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesto col botulino: già venti ricoveri a Genova

Sono già venti le persone ricoverate a Genova per sospetta intossicazione. Tutti hanno consumato il pesto della ditta Bruzzone e Ferrari, la stessa che nelle scorse ore aveva ritirato dal commercio alcune confezioni per la presenza di botulino

Sono già venti le persone ricoverate in tre diversi ospedali di Genova per sospetta intossicazione da botulino. Tutte avevano consumato il pesto della ditta Bruzzone e Ferrari, ditta che poche ore prima aveva denunciato la presenza di botulino all'interno di un determinato lotto con scadenza 9 agosto 2013.

Scattata l'allerta in città, sono arrivati anche i primi ricoveri: venti in totale. Il rischio di psicosi collettiva è altissimo, ma tutti hanno presentato i sintomi di intossicazione da botulino. Due in ogni caso sono già state dimesse.

Le due persone dimesse sono state controllate al pronto soccorso dell'Ospedale Galliera, dove sono tenute ancora in osservazione 17 persone, tra le quali due minori. Il direttore del pronto soccorso, Paolo Cremonesi, ha spiegato che ''alcuni dei ricoverati presentano problemi gastrointestinali come diarrea e vomito, altri problemi neurologici come stanchezza e abbassamento delle palpebre. Dopo gli opportuni controlli potrebbero essere dimessi anche loro''.

Un bambino che ha mangiato pesto della ditta genovese è tenuto invece in osservazione all'Ospedale pediatrico Gaslini ma i medici tengono a escludere che i problemi gastrointestinali manifestati siano dovuti a una intossicazione da botulino. Altre due persone si sono recate al pronto soccorso dell'Ospedale San Martino e sono tenute in osservazione.

Ma quali sono i sintomi dell'intossicazione da botulino?

1. Nella fase iniziale dell'intossicazione, si manifestano disturbi comuni come: astenia, vertigini, nausea, vomito.
2. In seguito, quando la tossina si fissa alle placche neuromuscolari, compaiono i sintomi specifici del botulismo: paralisi progressiva della muscolatura che colpisce prima a livello del volto e poi scende verso la gola, il tronco, le estremita' fino a provocare una paralisi respiratoria e cardiaca nel caso in cui non si riesca a bloccare in tempo l'azione della tossina.
3. Legati al meccanismo d'azione del botulino possono manifestarsi anche altri sintomi quali: visione doppia (diplopia), dilatazione della pupilla (midriasi), sensazione di formicolio al volto, problemi nell'eseguire de terminati movi menti con gli arti superiori, sensazione di mancanza di sensibilita' al volto e al collo, difficolta' a urinare (anuria) e a deglutire i cibi solidi e liquidi (disfagia).
Agisce sui nervi
Il clostridium botulinum è di per sè inoffensivo. I problemi invece sono provocati dalla tossina; questa interferisce con l'acetilcolina, uno dei neurotrasmettitori che svolgono la loro attivita' a livello delle terminazioni nervose periferiche, quindi per esempio, laddove i nervi si innestano nei muscoli.
In pratica la tossina impedisce la trasmissione degli impulsi nervosi che comandano la contrazione della muscolatura, causando quindi una paralisi dei movimenti del corpo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento