rotate-mobile
Cronaca

Pesto, cessato allarme botulino

Gli esami effettuati in modo completo sui primi campioni biologici (sangue, feci) e sul lotto di pesto 'incriminato' hanno escluso la presenza del botulino

Gli esami effettuati in modo completo sui primi campioni biologici (sangue, feci) e sul lotto di pesto 'incriminato' hanno escluso la presenza del botulino. Lo ha comunicato l'Istituto superiore di sanità alla Regione Liguria. «Un segnale tranquillizzante, un fatto positivo», ha commentato l'assessore alla Salute della Regione Liguria, Claudio Montaldo.

«Un risultato ottenuto grazie anche alla tempestività con la quale il potenziale pericolo dell'ormai noto lotto 13G03 in scadenza il 9 agosto 2013 è stato segnalato dall'azienda produttrice del pesto e alla prontezza delle autorità sanitarie dell'Asl 3 Genovese con cui hanno operato, seguendo le procedure previste in questi casi», ha aggiunto l'assessore Montaldo.

Della vicenda è stata informata anche la procura di Genova che ha aperto - a seguito delle relazioni preliminari del Nas - un fascicolo 'modello 45' (Atti non costituenti notizia di reato), affidato al pm Stefano Puppo.

Sono oltre 100 i genovesi che in questi giorni si sono recati in ospedale dopo aver consumato il 'Pesto di Prà della ditta 'Bruzzone e Ferrari'; tutti sono stati visitati e dimessi (Ansa).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesto, cessato allarme botulino

GenovaToday è in caricamento