menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Sequestrati 320 kg di pesce mal conservato in un negozio

Maxi sequestro all'interno di un esercizio commerciale del centro storico. Il pesce, in origine congelato, era conservato a 0° e non a -18° come previsto dalla normativa vigente, una temperatura così alta da non consentirne la conservazione per più giorni

Oltre trecento chilogrammi (320 per la precisione) di prodotti ittici mal conservati in quattro congelatori sono stati sequestrati in un negozio di via del Campo dal reparto Sicurezza e Commercio della Polizia locale. L'intervento è stato portato a termine con la collaborazione del personale della Asl3, specializzato nella verifica igienico sanitaria dei prodotti ittici congelati mal conservati, e quindi potenzialmente pericolosi per la salute pubblica.

I pesci erano stati posti in vendita in un esercizio commerciale di via del Campo, condotto da un cittadino di origine bengalese. I veterinari della struttura complessa di Igiene e alimenti di origine animale della Asl hanno effettuato i controlli tecnici sanitari, il personale della Polizia locale quelli annonari e amministrativi, già avviati il giorno precedente dagli uomini del reparto Sicurezza e Commercio, che avevano capito come la situazione fosse di particolare gravità e per questo avevano chiesto la presenza degli specialisti.

In particolare il pesce in origine congelato, secondo gli strumenti della Asl, era conservato a 0° e non a -18° come previsto dalla normativa vigente, una temperatura così alta da non consentirne la conservazione per più giorni. Per questo è scattato il sequestro preventivo a tutela della salute pubblica. Il titolare dell'esercizio è stato denunciato a norma della legge 283/1962 per aver messo in vendita generi alimentari in cattivo stato di conservazione.

Continuano i controlli del reparto Sicurezza e Commercio su tutto il territorio cittadino. Particolare attenzione viene posta in questi giorni agli alimenti refrigerati e congelati, che, anche alla luce delle condizioni meteorologiche di caldo e umidità elevati, potrebbero patire a causa di una scorretta conservazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento