I pensionati liguri in favore dell'Emilia

Nel maggio scorso un violento terremoto colpiva l’Emilia Romagna. Duemila anziani non autosufficienti sono stati ricoverati in strutture di altre località. Per questi motivi Cgil Cisl Uil dei pensionati hanno deciso di lanciare una sottoscrizione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Nel maggio scorso un violento terremoto colpiva l’Emilia Romagna. Dopo la grande attenzione mediatica e la prima ondata di solidarietà proveniente da tutto il Paese, restano sul territorio gravi problemi ancora irrisolti, con ingenti danni a case, immobili e strutture produttive. Il terremoto ha stravolto pesantemente la vita di molte famiglie e soprattutto delle persone anziane che hanno perso molti dei loro riferimenti.

Sono 54 mila le abitazioni che sono state messe fuori uso dai terremoti del 20 e 29 maggio, di cui 16.000 da abbattere, 5 gli ospedali evacuati e 500 posti letto di strutture residenziali resi inagibili, oltre ai danni pesantissimi subiti da intere filiere produttive e dal patrimonio culturale e artistico.

Duemila anziani non autosufficienti, di cui 1500 che vivevano a casa propria, sono stati ricoverati in strutture di altre località, con problemi seri di solitudine, sradicamento, ed anche di costi.

Nelle zone terremotate dovranno essere ricostruire case, capannoni, scuole, ma anche rinnovate le “infrastrutture” sociali, che pure in quelle zone erano a livelli buoni di qualità e di diffusione.

Anche i danni alle tante sedi dei sindacati e delle associazioni, oltre che a quelle istituzionali, pesano sulla vita di quelle comunità, perché l’attività di tutela, di servizio e la loro funzione di coesione sociale sono sempre state preziose.

Per questo è importante che, dopo i primi momenti di attenzione dell’opinione pubblica, non cali il silenzio sulle esigenze di quelle popolazioni, per la vita quotidiana, e per la ricostruzione.

Per questi motivi Cgil Cisl Uil dei pensionati hanno deciso di lanciare in tutto il Paese una sottoscrizione che sarà possibile effettuare presso le sedi dei pensionati di Cgil Cisl Uil oppure alle seguenti coordinate bancarie:

CARIPARMA Ag. 37 di Roma
“Solidarietà con la popolazione dell’Emilia Romagna e di Mantova colpite dal terremoto”
Codice IBAN: IT68G0623005065000043285066

Torna su
GenovaToday è in caricamento