menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dramma a Pegli, tenta di strangolare la moglie e si lancia dal quinto piano

L'uomo, al culmine di una lite, ha tentato di strangolare la moglie con il cavo del caricabatterie di un telefonino, poi si è gettato nel vuoto nel cavedio del palazzo

Drammatico episodio ieri mattina in un appartamento di Pegli. Un cinquantaseienne si trova ora ricoverato in condizioni gravissime all'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena dopo essersi gettato dal quinto piano della casa, che condivide con moglie e figlia di 19 anni.

Secondo quanto ricostruito finora, l'uomo, al culmine di una lite, ha tentato di strangolare la moglie con il cavo del caricabatterie di un telefonino, poi si è gettato nel vuoto nel cavedio del palazzo. A chiamare i soccorsi è stato un vicino di casa, agente di polizia, la cui attenzione è stata richiamata dalle grida della donna.

Sul posto sono intervenuti i mezzi del 118 e le volanti della polizia. Mentre il ferito veniva trasportato in ospedale, gli agenti hanno raccolto le testimonianze dei vicini di casa e della donna, ferita lievemente. Il 56enne è indagato per tentato omicidio. A scatenare la follia dell'uomo sarebbe stata anche la depressione dopo la scomparsa della sorella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento