Cronaca Multedo / Lungomare di Pegli

Non capisce una parola d'italiano, ma ogni giorno ruba il giornale

L'uomo, un 38enne georgiano senza fissa dimora, è stato arrestato e il magistrato ha disposto la custodia nelle celle della questura fino al processo per direttissima

La polizia locale del settimo distretto, quello del Ponente, e il Nucleo Reati Predatori del primo distretto hanno arrestato un 38enne per rapina impropria con violenza o minaccia immediatamente dopo la sottrazione, per assicurare a sé il possesso della cosa sottratta e per procurarsi l'impunità.

L'uomo, un georgiano senza fissa dimora, rubava ogni giorno un quotidiano dal pacco dei giornali depositati dal distributore davanti a un'edicola del lungomare di Pegli prima che questa aprisse. L'altra mattina, il proprietario lo ha colto in flagrante e lui ha reagito tentando di sferrargli un calcio e riuscendo ad assestare un pugno all'uomo che gli aveva strappato dalle mani il maltolto. Lo straniero gridava contro l'edicolante in una lingua ignota ai presenti, intercalando con insulti in lingua inglese.

Tutto è avvenuto sotto le telecamere cittadine e sotto gli occhi di un agente di polizia locale, che stava dirigendo il traffico proprio lì davanti. L'agente è intervenuto, chiedendo l'ausilio dei colleghi per non lasciare sguarnito l'incrocio che gli era stato affidato.

Il trentottenne è stato fermato e condotto presso gli uffici del reparto Giudiziaria per la fotosegnalazione e per l'identificazione. Lì si è scoperta la nazionalità dell'uomo ed è stato chiamato un interprete perché potesse tradurgli i suoi diritti e tradurre agli agenti le dichiarazioni del fermato.

Il georgiano non parla e non comprende l'Italiano e non si capisce per quale motivo rubasse un quotidiano locale ogni giorno. Il georgiano ha rifiutato di collaborare non volendo nemmeno interloquire con il traduttore. Gli è stato, comunque, consegnato un foglio con i suoi diritti tradotti nella lingua del paese d'origine.

L'uomo è stato arrestato e il magistrato ha disposto la custodia nelle celle della questura fino al processo per direttissima, che si è concluso con la convalida dell'arresto e l'obbligo di firma per l'arrestato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non capisce una parola d'italiano, ma ogni giorno ruba il giornale

GenovaToday è in caricamento