Cronaca Multedo / Via Giovanni Opisso

Pegli, perseguitata e aggredita in strada dall'ex compagno

Vittima una donna di 49 anni che si è presentata all'Evangelico di Voltri con il naso rotto e numerose escoriazioni. Tornata a casa è stata nuovamente aggredita dall'uomo, che è stato poi arrestato

E’ arrivata all’ospedale Evangelico di Voltri con il volto tumefatto e il naso sanguinante, raccontando di essere stata picchiata per strada dall’ex compagno: vittima della violenta aggressione, una 49enne di origini rumene da mesi oggetto delle attenzioni morbose di un connazionale 45enne.

Tutto è successo in via Opisso, a Pegli, dove la donna, di professione badante, era arrivata con l’autobus per raggiungere il luogo di lavoro. Stando a quanto raccontato, sull’autobus c’era anche l’ex compagno, che una volta scesi l’ha afferrata e ha incominciato a strattonarla colpendola al volto e alla schiena con pugni e calci sino a farla cadere a terra. L’intervento di alcuni passanti è riuscito a metterlo in fuga, ma una volta scoperto che la sua vittima era in ospedale l’ha raggiunta e ha tentato di dissuaderla dal fare denuncia minacciandola.

Sfuggito alla polizia, nel frattempo giunta sul posto, non si è dato per vinto e in serata ha costretto l’ex compagna, nel frattempo dimessa con 30 giorni di prognosi per la frattura del naso, ad aprirgli della sua casa di Pra’. Una volta dentro ha proseguito con le minacce di morte e le percosse, ma la donna è riuscita a fuggire in strada e a chiamare i soccorsi con il cellulare. Le voltanti sono riuscite a intercettare l’aggressore mentre tentava di darsi alla fuga e l’hanno arrestato e trasferito nel carcere di Marassi con le accuse di atti persecutori, lesioni gravi e minacce gravi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pegli, perseguitata e aggredita in strada dall'ex compagno

GenovaToday è in caricamento