Aggredisce la moglie con un cacciavite e finisce in carcere

Un 28enne è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia. La donna ha trovato rifugio in una delle camere da dove ha chiamato la polizia

Immagine di repertorio

Dopo aver aggredito la moglie con un cacciavite, la polizia l'ha trovato intento a preparare la valigia. L'episodio è avvenuto giovedì 18 settembre 2019 poco dopo le 15 a Pegli. Il giovane, un 28enne romano, è stato arrestato per lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia.

La donna ha trovato rifugio in una delle camere ed è stata poi trasportata all'ospedale Micone di Sestri Ponente, medicata e dimessa con una prognosi di 10 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tutte le altre aggressioni non era mai riuscita a denunciare le angherie del marito, ma questa volta ce l'ha fatta. Il 28enne è stato trasferito nel carcere di Marassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polizia locale, concorso per 38 assunzioni a tempo indeterminato

  • Inaugurato il nuovo ponte di Genova, fra «orgoglio e commozione»

  • Waterfront, avanti con i lavori: l'acqua inizia a fluire nel canale navigabile

  • Ronaldo e Georgina di nuovo in Liguria: bagno a Portofino e cena a Paraggi

  • Il primo giorno del ponte San Giorgio, tra code e qualche intoppo

  • A7, chiude per 15 giorni la galleria tra lo svincolo A12 e Bolzaneto: le modifiche al traffico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento