rotate-mobile
Cronaca Centro / Via XX Settembre

Nuove pedonalizzazioni, ecco cosa vuole fare il Comune

Discussione in consiglio comunale sulle pedonalizzazioni in città: critiche dalle opposizioni, mentre la maggioranza chiede comunque di sentire commercianti e cittadini trovando spazio per nuovi parcheggi

Via XX Settembre dal ponte Monumentale in su, via Roma, via XXV Aprile: sono queste le pedonalizzazioni a cui sta pensando il Comune di Genova. Lo ha annunciato il sindaco Marco Bucci prendendo la parola dopo un intervento del capogruppo Pd Simone D'Angelo sul tema. 

Bucci: "Se si sta a sentire tutti, non si riuscirà mai a fare nulla"

"Abbiamo dimostrato coraggio in molti ambiti - ha detto Bucci - come per quanto riguarda la pedonale di Nervi che sta avendo successo, quando si fanno grossi cambiamenti ci vuole coraggio. Se si sta a sentire tutti non si riuscirà mai a fare nulla, dunque ci vuole coraggio: lo abbiamo avuto per la ciclabile di corso Italia, per la pedonalizzazione di Nervi". E poi nel progetto dei quattro assi "abbiamo la pedonalizzazione di via XX Settembre nel tratto dal ponte Monumentale in su e sarà fatta. Stiamo lavorando con tutti i comitati e i Civ per prevedere la pedonalizzazione di via Roma e via XXV Aprile. Abbiamo fatto esperimenti negli ultimi weekend, tutti andati bene, dunque andremo avanti in questa direzione. Essendo la prima città in Italia che ha fatto determinate cose, come nel caso del tpl direi che il coraggio non ci manca. Porteremo avanti le cose previste nel piano strategico che abbiamo presentato alle elezioni, e i cittadini di Genova ci hanno dato fiducia. Lasciamo da parte le polemiche e prendiamoci le nostre responsabilità".

Critiche dall'opposizione: "La giunta non ha un piano chiaro"

La discussione era partita da D'Angelo: "Vorremmo capire qual è la linea della giunta, se è quella che cerca di esprimere l'assessore alla Mobilità, volta a tentare di mettere sul piatto il tema delle pedonalizzazioni, su cui servirebbe un grande dibattito pubblico, o se è quella dell'assessore al Commercio che è conservatrice e sulla falsa difesa dei commercianti cerca di respingere azioni di riqualificazione urbana. Questi temi non possono essere solo oggetto di incontri bilaterali con portatori di interessi a cui viene garantito qualcosa che non è a garanzia di beneficio per tutti. Non si tratta solo di chiudere parzialmente la città al traffico, ma anche di dare una visione di sostenibilità a Genova".

Scettico il M5s: "Avete deciso di puntare tutto sulla grande distribuzione - ha detto Fabio Ceraudo - è mancato il coraggio che avrebbe dovuto portare l'amministrazione a far crescere il piccolo commercio. Mancano i parcheggi di interscambio per aiutare i commercianti nelle vie pedonalizzate però arriveranno nuovi centri commerciali e supermercati". Anche Mattia Crucioli (Uniti per la Costituzione) non risparmia le critiche: "Una pedonalizzazione non può essere fatta semplicemente chiudendo una strada a scapito dei commercianti e delle esigenze di chi vive quella zona. Bisogna anche pensare ai parcheggi e agli altri strumenti di trasporto pubblico".

Per la consigliera Cristina Lodi, Azione, "il commercio è stato duramente colpito dalla grande distribuzione in maniera diffusa. Quando parliamo di pedonalizzazione dobbiamo pensare a uno sviluppo vero di un trasporto pubblico locale accessibile e frequente, dobbiamo far sì che l'auto privata venga lasciata a casa sia all'andata sia al ritorno, altrimenti le persone non si possono muovere".

La Lista Rossoverde non ha timore nel parlare di zone 30, strade scolastiche e pedonalizzazioni: "Abbiamo già fatto numerose proposte in quest'aula, spesso bocciate - riferisce il consigliere Filippo Bruzzone - la maggioranza deve collegare quello che dice a quello che vota".

La maggioranza: "Ok pedonalizzazioni, ma ascoltiamo i commercianti e troviamo parcheggi"

"Non c'è stata una volta in cui il tema delle pedonalizzazioni non sia stato impopolare - ha detto Paolo Gozzi, Vince Genova, facendo l'esempio di via San Vincenzo -. È doveroso procedere con accortezza ma questo non deve tradursi nel non fare nulla, bensì muoversi all'interno di una strategia complessiva che veda ancor più la giusta individuazione di parcheggi adiacenti, insieme alle politiche di sviluppo del mezzo pubblico". Per Federico Barbieri, Genova Domani, "l'incoraggiamento alle pedonalizzazioni deve passare tramite la ricerca di aree di parcheggio e di interscambio, per soddisfare le esigenze di chi, anche dalle periferie, è costretto a spostarsi con i mezzi privati".Per Lorenzo Pellerano (lista Toti) ci vuole coraggio per proseguire un percorso di pedonalizzazioni "che vada da Voltri a Nervi", tenendo sempre conto delle esigenze di cittadini, commercianti e turisti e immaginando aree di parcheggi e di sosta limitata in più come ponte Parodi, piazza Dante e altre zone. Anche per Stefano Costa, capogruppo Forza Italia, le pedonalizzazioni sono sostenibili ma la fase di transizione deve essere accompagnata dall'ascolto del territorio, delle attività economiche e commerciali attraverso fasi sperimentali.

Monito da Fratelli d'Italia: "Puntiamo a una mobilità sostenibile che privilegi vivibilità e trasporto pubblico locale, ma è necessario coinvolgere residenti e commercianti di zona per affrontare le criticità che nasceranno"."Ho sentito tutto e il contrario di tutto - conclude Federico Bertorello, Lega - noi del Carroccio siamo sempre stati vicini al piccolo commercio e alla piccola e media impresa. Mi associo alle richieste di FdI di valutare zona per zona, quartiere per quartiere, interloquendo con tutti i soggetti coinvolti, i cittadini e i comitati di quartiere. Ci vuole pazienza e bisogna ascoltare tutti, compresi i commercianti che hanno le loro rimostranze. Ma a Nervi li abbiamo ascoltati più volte, ci sono state quasi sommosse popolari e ora mi sembra che invece la maggioranza sia felice. Mettere d'accordo tutti è difficile, ma solo chi non fa niente non sbaglia".

Continua a leggere le notizie di GenovaToday, segui le nostre pagine Facebook e Instagram e iscriviti al nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove pedonalizzazioni, ecco cosa vuole fare il Comune

GenovaToday è in caricamento