menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rientra in Italia con nuovo passaporto con nome femminile, arrestato

Il giovane, fermato dai poliziotti del commissariato San Fruttuoso, ha dato in escandescenza ed è stato poi ricoverato presso il reparto di Psichiatria dell'ospedale San Martino. Da lì è emersa la sua storia

Espulso nel 2018 da Padova, era rientrato in Brasile e, richiesto un nuovo passaporto con un nome femminile, ha fatto rientro in Italia a marzo di quest'anno. Rintracciato dalla polizia, è stato arrestato.

Protagonista della vicenda un giovane brasiliano di 25 anni, finito in manette per il mancato adempimento all'ordine di espulsione dal territorio nazionale. Tutto inizia ad aprile dell'anno scorso a Padova dove era stato notificato al giovane un provvedimento di espulsione dal prefetto e dal questore di Padova.

Dopo aver consegnato all'ufficio immigrazione di Padova il proprio passaporto, che gli sarebbe stato riconsegnato dopo aver presentato il biglietto aereo, il 25enne è sparito dalla circolazione fino allo scorso 25 agosto. Domenica, fermato dai poliziotti del commissariato San Fruttuoso, ha dato in escandescenza ed è stato poi ricoverato presso il reparto di Psichiatria dell'ospedale San Martino.

Gli agenti, dubbiosi della sua identità, lo hanno accompagnato in questura per una più corretta identificazione. Hanno così scoperto l'escamotage del nuovo passaporto con un nome femminile. Il 25enne è attualmente ospite delle locali camere di sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento