Parco dell'Aveto: le iniziative per l'estate 2012

Fra le novità un museo vivo dedicato alle foreste (tra storia e futuro) sul lago delle Lame, il galoppo dei cavalli selvaggi e la scoperta della pesca tra i torrenti e il mare di Lavagna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Un museo vivo dedicato alle foreste (tra storia e futuro) sul lago delle Lame, il galoppo dei cavalli selvaggi, affascinante – e complessa – risorsa da valorizzare e una bella esperienza alla scoperta della pesca tra i torrenti dell’Aveto e il mare di Lavagna dei bambini vincitori di un concorso dedicato all’ambiente ‘verde e blu’ del territorio sono tra le nuove suggestive iniziative per l’estate del Parco dell’Aveto. Le hanno presentate, all’Infocenter della Provincia nel Porto Antico di Genova, il presidente del Parco Giuseppe Maggiolo e il direttore Paolo Cresta.

Il Museo del Bosco, esposizione permanente dedicata alle foreste del Parco, alla loro storia antica e recente e al loro futuro, appena realizzato nella cornice del lago delle Lame “è una struttura unica nel suo genere – dicono presidente e direttore dell’Aveto - per comprendere il valore del bosco e la sua biodiversità, recuperare attività e saperi del passato, sperimentare pratiche innovative di lavoro in bosco, e riscoprire un materiale, il legno, ecologico, rinnovabile e fonte di eccellenza anche in campo artistico e artigianale”.
Il Parco ha presentato anche il pieghevole promozionale del Museo, edito dalla Sagep e con il progetto di educazione ambientale ‘Il Bosco Insegna’, (elaborato dal CEA del Parco e finanziato da ARPAL nel bando Idee e azioni per la sostenibilità) il Museo del Bosco sarà aperto ai visitatori da giugno alla metà si ottobre, con molte proposte di attività e laboratori.

L’Aveto diventa anche “parco a misura di cavallo” hanno detto Giuseppe Maggiolo e Paolo Cresta con il progetto di ‘horsewatching’ per la tutela e valorizzazione turistica dei branchi di cavalli selvaggi del comprensorio del Parco promosso dall’Accademia “Animantia” e dalla federazione del turismo equestre FITETREC-ANTE Liguria, con i patrocini del Parco Aveto e del WWF Italia.

“L’obiettivo – spiegano presidente e direttore - è valorizzare una risorsa del nostro territorio che, pur con alcune criticità perché i cavalli inselvatichiti sono di difficile gestione sia a livello sanitario sia per la possibile invadenza di pascoli privati, può rappresentare un’attrazione turistica di grande suggestione attraverso giornate di studio condotte dagli etologi di Animantia e uscite per l’osservazione dei cavalli in natura con il pubblico e i fruitori del Parco”.

La pesca nel verde e nel blu, con un divertente e affascinante viaggio d’istruzione in due giornate, premia inoltre i piccoli vincitori del concorso tra le quarte e quinte delle scuole elementari della provincia di Genova promosso dall’assessorato all’ambiente della Regione Liguria con Arci Pesca e Federcoopesca in collaborazione con la Provincia, i Comuni di Ne, Rezzoaglio e Santo Stefano d’Aveto e il Parco dell’Aveto per l’elaborazione di un disegno collettivo ispirato al tema ‘la pesca fra mari e monti’. Saranno così gli alunni di quarta elementare della Papa Giovanni XXIII di Sestri Levante a esplorare prima l’Aveto, ospiti di un agriturismo, cimentandosi in attività di pesca sostenibile ed ecocompatibile nelle fresche acque del Parco e poi a Lavagna sul mare del Tigullio, con lezioni di biodiversità fluviale e marina, pesca ‘alla mosca’ e uscita in gommone.

Altre informazioni sulle iniziative al CEA PARCO AVETO (tel 0185.343370; e-mail: cea.aveto@parcoaveto.it  - www.parcoaveto.it).

Torna su
GenovaToday è in caricamento