'Giù le mani dai parchi della Liguria!', manifestazione a De Ferrari

Lunedì 8 aprile, dalle 18 alle 20 in piazza De Ferrari, è in programma un presidio, organizzato da Genova che osa, per protestare contro la legge regionale sui parchi, in votazione il giorno successivo

Il Parco dell'Antola

Il consiglio regionale, martedì 9 aprile, voterà una legge che mette a rischio, complessivamente, più di 20mila ettari di zone protette e parchi in Liguria. Per questo Genova che osa ha organizzato una manifestazione il giorno prima, lunedì 8, dalle 18 alle 20 in piazza De Ferrari.

Enpa, Wwf, Legambiente, Federparchi, e Cai hanno espresso preoccupazioni e criticità rispetto all'impatto ambientale della legge che sta per essere approvata, a cui si aggiungono le osservazioni della Associazione Albergatori di Savona sulle possibile ricadute economiche e turistiche.

«Toti, il presidente della regione, non crede nei cambiamenti climatici e pensa che in Liguria ci siano troppi parchi - scrivono gli organizzatori -. Noi e tanti altri pensiamo che il futuro di questa bella terra passi solo per la sua valorizzazione, che ha e dovrà avere positive ripercussioni in sviluppo turistico internazionale, in sviluppo lavorativo nel settore della green economy, nel benessere e qualità della vita dei nostri figli, nella prevenzione idrogeologica di cui la Liguria ha così disperato bisogno, rispetto ad altro cemento».

Il presidio è aperto alle adesioni di tutte le organizzazione che ne condividono gli obiettivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento