Ospedale San Martino, parcheggio ancora in bilico

A quasi 14 anni dalla presentazione, del progetto al momento rimane soltanto un enorme voragine in largo Benzi: «Lo scenario è cambiato, e siamo tornati alla fase di contrattazione», spiegano da Tursi

Residenti del quartiere e pazienti di uno dei principali ospedali cittadini se lo chiedono da tempo, ma a quanto pare neppure il Comune è in grado di stabilire quando verrà inaugurato il parcheggio interrato del San Martino, cui si lavora ormai da quasi 14 anni.

L’ammissione è arrivata in consiglio Comunale, dove il consigliere pentastellato Mauro Muscarà ha chiesto notizie sui lavori all’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Gianni Crivello, che dal canto suo ha ammesso che «lo scenario in cui ci troviamo oggi è profondamente cambiato, così come il progetto. Dopo la rescissione del contratto, nel 2012, da parte dell’azienda che aveva vinto la gara, attualmente siamo ancora in fase di contrattazione».

Il progetto era stato avanzato nel 2003, e l’anno successivo era stato assegnato dalla concessionaria, che nel 2007 ha firmato un contratto con la ditta Sigenco. Un accordo che nel 2012, dopo appena 5 anni di lavoro, è stato rescisso, lasciando di fatto i lavori a metà e un enorme voragine davanti all’ingresso del San Martino lato largo Benzi: «I costi del parcheggio non sono a carico del Comune, ma di Regione e concessionario. I lavori sono partiti nel 2007, con moltissimi problemi e ritardi, oltre a richieste di proroga - ha spiegato Crivello - Quando è stato rescisso il contratto con la prima impresa, nessuna delle altre in graduatoria ha accettato di subentrare».

Dal 2015 a oggi, dunque, il progetto è tornato alla fase di negoziazione, che se dovesse concludersi positivamente porterebbe a una nuova gara. I tempi per la realizzazione del parcheggio interrato, dunque, si allungano sempre di più: «Dobbiamo attendere di arrivare a un accordo. Se poi si approvasse delibera entro l’approvazione del bilancio, i lavori potrebbero partire dopo 12 mesi». 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento