menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ormeggia lo yacht a Paraggi, denunciato

Nelle Aree Marine Protette esistono delle zone nelle quali alcune attività sono vietate in ragione delle particolari tutele

Ieri pomeriggio all'interno dell'Area Marina Protetta di Portofino, l'equipaggio del battello pneumatico GC A95 della Guardia Costiera ha sottoposto a controllo uno yacht di 33,6 metri di lunghezza, battente bandiera inglese, accertando che lo stesso era ormeggiato in località Paraggi del Comune di Santa Margherita Ligure, classificata quale zona “C” di riserva parziale, condotta quest'ultima in contrasto a quanto previsto dal Regolamento di esecuzione e organizzazione dell'Area Marina Protetta.

Il combinato disposto di cui agli articoli 19, comma 3, della Legge 394/1991 e 18, comma 2, e 32 del Regolamento infatti vietano, in detta area, la navigazione e l'ancoraggio delle navi da diporto, cioè di tutte quelle unità navali che superano la lunghezza di 24 metri. Per questo motivo, i militari intervenuti hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria il comandante della nave da diporto in quanto la suddetta condotta costituisce reato, così come previsto dall'articolo 30, comma 1, della stessa legge 394/1991.

Nelle Aree Marine Protette esistono delle zone nelle quali alcune attività sono vietate in ragione delle particolari tutele a cui le stesse sono sottoposte. Sul tutto il territorio nazionale è attivo, 24 ore su 24, il numero blu 1530 per ogni emergenza in mare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento