Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Addio a Paolo Rattini, fotografo della Sampdoria e dell'agenzia Pegaso

A dare l'annuncio la moglie Manuela e la figlia Jessica: era nato il 30 settembre 1954

Foto Facebook: Paolo Rattini

È morto Paolo Rattini, il fotografo della Sampdoria e titolare dell'agenzia Pegaso Newsport era nato il 30 settembre 1954. A dare l'annuncio attraverso il profilo Facebook la moglie Manuela e la figlia Jessica che, nella notte tra mercoledì 26 e giovedì 27 maggio hanno scritto: «Paolo oggi ci ha lasciato, non potremo mai dimenticarlo. Vorremmo condividere questo momento con chi lo ha sempre seguito, apprezzato e gli ha voluto bene. Difficile ricordarlo con poche parole, resterà sempre nel cuore di chi l'ha conosciuto».

Tantissimi i messaggi di cordoglio, a partire da quello della Sampdoria: «Non si è mai pronti a salutare un amico - ha scritto la società blucerchiata in una nota sul proprio sito ufficiale - . Nemmeno quando sai che dovrai farlo presto e non ti rassegni all’idea di non averlo più al tuo fianco. Paolo Rattini se n’è andato all’età di 66 anni. Una malattia incurabile se l’è portato via e alla Sampdoria, oltre che un grande professionista, perdiamo un amico vero. Uomo buono, di indole timida e riservata, non amava ostentarlo ma, da oltre trent’anni, della Sampdoria Paolo era il fotografo ufficiale. Era in campo il 19 maggio 1991, giorno dello Scudetto. Era in campo il 14 febbraio scorso, l’ultima partita delle migliaia in cui ha preso in mano la sua macchina e, appostato dietro i cartelloni pubblicitari, ha scattato milioni di foto. Le prime con lampada schermata, negativi, sviluppi e acidi. Le ultime con fotocamera digitale, obiettivi ultrasonici, Mac e wi-fi. Paolo era il decano dei fotografi genovesi e un’autentica istituzione nel settore a livello nazionale. Eppure aveva saputo stare al passo con i tempi, adattandosi alle innovazioni tecnologiche e allargando ai video la sua storica agenzia Pegaso. Il suo primo amore, però, restava la fotografia. E noi, di questo amore, gli saremo sempre grati. I suoi scatti hanno fatto la storia blucerchiata e non solo; momenti impressi nelle memorie, stampati negli album, sui libri o nelle camerette di chissà quanti sampdoriani. Scatti che, quando ci mancherà – perché Paolo ci mancherà -, lo faranno sentire un po’ più vicino. Alla moglie Manuela e alla figlia Jessica le più sentite condoglianze da parte del presidente Massimo Ferrero e di tutta la società».

Tra i tanti colleghi e amici che hanno pubblicato un ricordo di Paolo anche Corrado Tedeschi, presentatore e tifoso blucerchiato che pubblicando una sua foto allo stadio Luigi Ferraris ha scritto: «Queste tue foto meravigliose rimarranno per sempre nel mio cuore. razie per gli stupendi momenti fermati da te in un raduno del Doria».

Anche il giornalista Michele Corti, che nel mese di dicembre gli aveva consegnato il premio Ussi Liguria, ha pubblicato un suo ricordo: «Non si è mai preparati a una notizia come questa. Caro Paolo, sei stato un leone. Un fotografo straordinario, un collega strepitoso. Soprattutto un amico. Una persona buona e non è cosa scontata in questo mondo.  Sono orgoglioso per il Premio Ussi che ti abbiamo assegnato a dicembre. Strameritato!  Hai costruito un’azienda, offerto lavoro e opportunità a tanti ragazzi in gamba che hai fatto crescere. Sappiamo quanto è difficile, ce lo dicevamo spesso. Ma non abbiamo mai mollato nelle nostre imprese.  Ti porterò sempre nel cuore. Oggi è davvero un giorno di dolore. Alla tua famiglia il più affettuoso abbraccio. Ciao Paolo».

Si è unito al cordoglio anche il giornalista Andrea Lazzara che ha pubblicato una foto con Rattini scrivendo: «Qualche volta finivi anche tu dietro la macchina fotografica, come in questo caso (novembre 2013, attesa dell'esonero di Delio Rossi da parte della Sampdoria). Eri un grande professionista e un uomo davvero buono. Sono senza parole, davvero, Paolo. Un abbraccio ai tuoi familiari».

Una nota di cordoglio è arrivata anche dal direttivo di Genova Liguria Film Commission: «Ieri ci ha lasciati Paolo Rattini, un grande fotografo e maestro per molti giovani del nostro Paac-Videoporto. Siamo certi che il grande lavoro svolto con la sua Pegasonewsport e la carica umana che trasmetteva, resteranno nel cuore di tutti. Sentite condoglianze alla famiglia».

Anche il presidente della Regione Giovanni Toti ha ricordato il fotografo: «Per oltre quarant’anni Paolo e la sua macchina fotografica sono stati attenti testimoni del mondo dello sport sia a livello nazionale che internazionale. La passione e il talento che l’hanno sempre contraddistinto sono stati riconosciuti anche nell’ambito dell’ultimo Consiglio Direttivo del 2020, quando il Gruppo Ligure Giornalisti Sportivi gli ha consegnato il tradizionale “Premio Ussi Liguria”. Paolo Rattini è stato fotografo ufficiale dell’U.C. Sampdoria e titolare dell’agenzia Pegaso Newsport con cui Regione Liguria ha più volte collaborato».

Ai messaggi di cordoglio si unisce anche la redazione di Genova Today per la scomparsa di un collega stimato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Paolo Rattini, fotografo della Sampdoria e dell'agenzia Pegaso

GenovaToday è in caricamento