rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Voltri / Via Ai Cantieri

Una panchina rossa al Lanfranconi in ricordo di Stefania Massarin, uccisa dall'ex

La richiesta è partita dal dirigente scolastico Francesco Bertolini: l'inaugurazione domani, martedì 4 giugno

Era la mattina del 22 ottobre 1994 quando Stefania Massarin, 15 anni, venne brutalmente uccisa dal fidanzato che aveva appena lasciato, Antonio "Tony" Scarola, sei anni più grande. Più di 20 coltellate mentre stava uscendo dalla sua casa di Palmaro per andare a scuola, il liceo Lanfranconi di Voltri.

E sarà proprio il Lanfranconi a ricordarla domani, martedì 4 giugno, alle 11 con una panchina rossa: la richiesta è partita dal dirigente scolastico Francesco Bertolini ed è arrivata mesi fa sulle scrivanie del Municipio Ponente. Da qui è stato avviato l'iter burocratico per portare l'opera a compimento. 

Il femminicidio di Massarin "fu un fatto terribile - commenta il dirigente scolastico Francesco Bertolini in una comunicazione - ma allora non venne data la giusta dimensione della gravità di un fenomeno che purtroppo non è solo di questi anni, in quanto la storia delle donne che hanno sempre rischiato e rischiano di subire violenze, sopraffazioni fino alla morte da coloro che si dicono di amarle, ha antiche origini".

Tra gli ultimi casi, la scuola ricorda quello di Giulia Cecchettin che ha particolarmente scosso l'opinione pubblica: "La panchina rossa sarà un simbolo permanente per ricordare e per dare a tutti un monito per l'attenzione a un fenomeno che troppo a lungo è stato sottovalutato e sul quale, dopo i primi mesi dall'uccisione di Giulia Cecchettin, sembra essere sceso un cono d'ombra con il continuo rosario di altri femminicidi".

Alla cerimonia parteciperà anche Chiara De Lorenzo, giovane cantante esordiente del ponente genovese, che canterà il suo inedito "L'amore non lascia lividi".

"La storia di Stefania - commenta la vicepresidente del Municipio Ponente Lorella Fontana - non si discosta purtroppo da ciò che oggi è quotidianità, con un crescendo drammatico di femminicidi". Per questo - è il messaggio dell'iniziativa - è importante non spegnere i riflettori su queste tragedie.

All'inaugurazione sarà presente lo zio di Stefania, la sua amica Antonella Malvezzo autrice del libro "Dall'asfalto alle stelle", dei docenti e dei rappresentanti del Muinicipio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una panchina rossa al Lanfranconi in ricordo di Stefania Massarin, uccisa dall'ex

GenovaToday è in caricamento