menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ritrovati in Archivio documenti sui tesori della famiglia Spinola

La Provincia presenta un volume che raccoglie documenti e inventari della potente Famiglia Spinola ritrovati nel vasto Archivio di Stato di Genova e risalenti al 1727

Una delle più preziose raccolte d’'arte mai esistite a Genova. La possedeva la potentissima famiglia Spinola e la svela l'’inventario dei loro beni, antico di tre secoli, compilato nel 1727 dopo la morte, nel madrileno palazzo reale di Aranjez, di Francesco Maria Spinola, terzo duca di San Pietro in Galatina e Grande di Spagna.

Questi documenti, ritrovati negli straordinari e vastissimi‘ giacimenti’ dell’'Archivio di Stato di Genova e finora inediti, sono il ‘cuore pulsante’ del volume “Palazzo Doria Spinola , architettura e arredi di una dimora aristocratica genovese” promosso dalla Provincia di Genova.

A presentarlo - giovedì 15 dicembre alle 11.30 con una conferenza stampa nella sala degli Arazzi (Palazzo Doria Spinola, largo Eros Lanfranco 1) - saranno il presidente Alessandro Repetto e l'’assessora alla cultura Anna Dagnino, il vicedirettore del Museo del Prado a Madrid, Gabriele Finaldi e Roberto Santamaria curatore del volume edito da Le Mani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento