Genova accoglie il nuovo arcivescovo Tasca: «Desidero essere vostro fratello»

«Diamoci occasioni per conoscerci e stare insieme»: queste le prime parole del nuovo arcivescovo di Genova

La città accoglie e abbraccia il suo nuovo arcivescovo, padre Marco Tasca, frate francescano che - ufficialmente da sabato 11 luglio - guida la Curia genovese al posto del cardinale Angelo Bagnasco.

Tasca è stato consacrato nell'ambito di una cerimonia svolta in piazza della Vittoria, seguita da un migliaio di fedeli. In piazza ad assistere alla messa anche il sindaco di Genova Marco Bucci e il sindaco di Padova Sergio Giordani - città da cui proviene il nuovo arcivescovo - oltre ai governatori Giovanni Toti e Luca Zaia.

«Con molta semplicità - ha detto Tasca - vorrei dirvi che desidero essere vostro fratello, non solo vostro padre: cammineremo insieme, prendendoci cura gli uni degli altri, manifestando con la vita prima ancora che con le parole il nostro essere comunità di fratelli e sorelle in Cristo».

Il nuovo arcivescovo ha inoltre aggiunto: «Chiedo a tutti di avere tanta pazienza. Sono consapevole della poca conoscenza che ho della Chiesa particolare che mi è affidata, come pure della poca conoscenza che questa Chiesa ha di me. E proprio qui sta la grande opportunità: conosciamoci! Diamoci occasioni per conoscerci e stare insieme!».

«Genova accoglie il suo nuovo Pastore nella persona di padre Marco Tasca, che viene consacrato Vescovo in questa piazza tanto significativa per la città - ha detto il cardinale Bagnasco -. Genova accoglie il suo Pastore con cuore aperto, capace di spalancare le braccia a chiunque le vuole bene nella verità. Città concreta e laboriosa, è pronta a partecipare - attraverso mille rivoli - a ciò che è grande e merita impegno e sacrificio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento