Violentò la figlia minorenne, condannato a 12 anni

La vicenda risale alla scorsa estate quando la Squadra mobile arrestò il 44enne in seguito alla segnalazione della nonna della vittima, a cui la ragazza aveva confidato l'accaduto

Il giudice del tribunale di Genova ha accolto la richiesta del pm Giuseppe Longo e ha condannato a 12 anni di reclusione per violenza sessuale aggravata su minore il padre della ragazza di 14 anni, drogata e stuprata in val Polcevera.

L'uomo, un 44enne genovese al momento detenuto nel carcere di Pontedecimo, ha abusato della figlia, approfittando di una delle visite che aveva concordato per incontrarla. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori l'uomo, un senza fissa dimora con qualche precedente di polizia, avrebbe portato la figlia nel rifugio che utilizzava come ricovero per la notte e lì si sarebbe consumata la violenza sessuale.

Una volta tornata a casa, la ragazzina ha raccontato tutto alla nonna, che dopo avere portato la nipote in ospedale per controllare il suo stato di salute ha subito sporto denuncia alla polizia. Gli agenti della Squadra Mobile hanno rintracciato e fermato il 44enne e dagli accertamenti è emerso che all'uomo era stata tolta la patria potestà, ma poteva comunque incontrare la figlia nei giorni e negli orari stabiliti dal giudice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso Europa, identificate le due vittime

  • Dopo vent'anni di attività chiude Foot Locker

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • I migliori ristoranti sushi all-you-can-eat di Genova: la guida 2020

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • Aggredita e rapinata da tre giovani mentre rientra a casa

Torna su
GenovaToday è in caricamento