Ozono oltre i limiti a Quarto, colpa del caldo

Con l’afa nell’aria di Genova ritorna anche l’ozono. Nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio i livelli di questo gas sono risaliti, con due sforamenti registrati dalla centralina di Quarto fra le 15 e le 17 di ieri, mercoledì 25 luglio 2012

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Genova - Con l’afa nell’aria di Genova ritorna anche l’ozono (che dopo i primi “superi” estivi del 20 e 21 giugno scorsi era sempre rimasto nei limiti). Nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio, invece, i livelli di questo gas sono risaliti, con due sforamenti registrati ieri pomeriggio dalla centralina della Provincia a Quarto tra le 15 e le 17 e una media oraria massima di 186 microgrammi per metro cubo (il limite di attenzione è di 180).

Nella norma, invece, le concentrazioni dello stesso inquinante misurate dalle altre cabine e quelle di monossido di carbonio, biossido d’azoto e di zolfo, benzene e polveri sottili in tutta la rete di rilevamento provinciale. In considerazione dello stato di attenzione per l'ozono il centro operativo della Provincia rinnova il consiglio di evitare lunghe esposizioni all'aria aperta a bambini, anziani e persone con problemi respiratori.

Per domani inoltre le previsioni meteo sono favorevoli al ristagno dello smog nei bassi strati atmosferici e il conseguente invito ai cittadini è di limitare l’uso dei veicoli privati negli spostamenti, a vantaggio dell’aria e del traffico.

Torna su
GenovaToday è in caricamento