menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mancano le barelle, lunghe code ai pronto soccorso

Ancora giornate di passione nei pronto soccorso degli ospedali di Genova per la carenza di barelle e le lunghe attese per pazienti e soccorritori. Il Pd accusa Sonia Viale di non aver saputo tener fede agli impegni presi

Lunghe attese il giorno dell'Epifania al pronto soccorso dell'ospedale Galliera e ieri al Villa Scassi. Il 'barellagate' prosegue nonostante le rassicurazioni della Regione, che, attraverso la vicepresidente Sonia Viale, aveva escluso il ripetersi di code nei pronto soccorso.

La carenza di barelle crea diversi problemi, ai pazienti costretti ad aspettare prima di poter accedere al triage e ai soccorritori,  impossibilitati a rientrare rapidamente in sede.

Le reazioni politiche non si sono fatte attendere. «Ancora caos negli ospedali: l'assessore Viale non è in grado di affrontare l'emergenza». A dirlo sono la capogruppo del Pd in Regione Raffaella Paita e i consiglieri regionali Pippo Rossetti e Valter Ferrando.

«Ieri è stato un altro giorno di disagi e affollamenti negli ospedali liguri - sottolineano gli esponenti del Pd - l'assessore Viale aveva detto che dopo i primi problemi dovuti a un imprevisto anticipo del picco influenzale la situazione sarebbe tornata alla normalità. Invece siamo punto e capo. La giunta Toti sta dimostrando tutta la propria incapacità organizzativa. E a farne le spese sono sia i pazienti sia il personale sanitario, che sta lavorando in condizioni di certo non ottimali. Viale tragga le conseguenze: questa situazione di caos è esclusivamente colpa della mancata programmazione e della cattiva gestione dell'emergenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento