Cronaca

Boom di accessi ai pronto soccorso, ma il picco influenzale deve ancora arrivare

I primi due giorni della settimana si confermano i più complicati per gli ospedali cittadini. San Martino in questo periodo si attesta su una media di 200 accessi al giorno

Immagine di repertorio

Mattinata di grande affluenza negli ospedali genovesi con relative code e ambulanze costrette a restare ferme in attesa di avere indietro le barelle. Alle ore 12 al pronto soccorso del San Martino ci sono 43 pazienti in visita, 26 in attesa e 11 in osservazione breve (Obi). Situazione analoga al Galliera con 34 persone in visita, 12 in attesa e 4 in Obi.

Al Villa Scassi sono in nove ad aspettare mentre quelli che hanno già avuto un contatto con i medici sono 28; ben 40 le persone in osservazione. Anche San Carlo e Micone hanno ricevuto codici verdi e gialli per distribuire meglio i pazienti, bisognosi di cure.

Stando a quanto riferiscono dall'ospedale San Martino, il picco influenzale è ancora lontano; nei primi due giorni della settimana sovente si registrano boom di accessi. San Martino in questo periodo si attesta su una media di 200 accessi al giorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di accessi ai pronto soccorso, ma il picco influenzale deve ancora arrivare

GenovaToday è in caricamento