menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inseguimento tra ladri e carabinieri, caos e paura a Oregina

L'allarme è scattato intorno alle 20, dopo la segnalazione dei residenti, che hanno notato alcune persone arrampicarsi lungo una grondaia per raggiungere un appartamento. I malviventi sono stati alla fine fermati

Caos e paura nella serata di martedì in via Paleocapa, nel quartiere genovese di Oregina, per un inseguimento che ha visto coinvolti due ladri e quattro pattuglie dei carabinieri decise a bloccarli dopo gli ultimi furti in serie messi a segno negli ultimi giorni nel quartiere.

L’allarme nel quartiere era scattato già nel pomeriggio, quando al centralino dei carabinieri arrivano diverse segnalazioni su alcune persone sorprese ad arrampicarsi lungo grondaie e tubi: un modus operandi che rispecchia quello usato dai ladri acrobati che negli ultimi giorni hanno sfruttato proprio le grondaie e i giardini condomiali per raggiungere i balconi e da lì le abitazioni da saccheggiare, forzando portefinestre e tapparelle.

Diverse dunque le pattuglie del nucleo Radiomobile impegnate in zona per rafforzare i controlli dopo il boom di furti in appartamento, che sono entrate in azione intorno alle 20, quando i militari hanno avvistato due uomini aggirarsi tra le case, uno ancora intento a calarsi da una grondaia e un altro acquattato in un cespuglio, che alla loro vista si sono dati alla fuga.

Immediato l'inseguimento: quattro le pattuglie che hanno "circondato" la via e quelle limitrofe, dove si è scatenato il caos e dove i residenti impauriti hanno affidato a Facebook i loro timori. Alcuni hanno rivelato di avere sentito anche due spari, testimonianze poi smentite dagli stessi carabinieri in servizio, che non avrebbero estratto l'arma d'ordinanza limitandosi a intimare più volte ai ladri di fermarsi e riuscendo alla fine ad accerchiare e bloccare i due ladri.

L'inseguimento si è dunque concluso con il fermo di due uomini di origini albanesi di 19 e 25 anni, ritenuti i responsabili di almeno una decina di colpi messi a segno nei quartieri di Oregina e Castelletto negli ultimi giorni, come hanno dimostrati anche i riscontri ottenuti sulle impronte rilevate negli appartamenti svaligiati. Recuperata anche la refurtiva del colpo messo a segno prima del fermo, 200 euro e 140 dollari americani in contanti e alcuni gioielli, restituita ai legittimi proprietari. I due uomini arrestati non sono stati trovati in possesso di armi, ma solo di guanti di gomma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento